Il portale della previdenza dei professionisti

logo-old.png
jfw_prefett_500x64_small.gif
Home arrow Ricerca Giuridica arrow CCNl legno e arredamento industria
CCNl legno e arredamento industria
 
CCNL legno e arredamento industria - scheda sintetica - tabelle retributive ed altri aspetti della retribuzione inquadramenti dei lavoratori e disciplina del rapporto di lavoro
 

● Fonti di riferimento

c.c.n.l. 12 maggio 2010

accordo 19 aprile 2012 apprendistato


● Parti stipulanti 

Federlegno-Arredo e Fillea-Cgil, Filca-Cisl, Feneal-Uil


● Decorrenza e durata

1° aprile 2010 - 31 marzo 2013


● Campo di applicazione

Aziende esercenti le attività di produzione sotto elencate:

Segherie facenti parte delle aziende di seconda lavorazione, che producono materiale segato per i consumi diretti delle aziende stesse - segherie che acquistano tronchi già abbattuti e allestiti e producono materiale segato per la vendita a terzi utilizzando i tronchi così acquistati - segherie, che, come tali, non esercitano una attività complementare delle lavorazioni boschive di una stessa azienda - taglio e la piallatura del legno - fabbricazione di rivestimenti per pavimenti in legno non assemblato - fabbricazione di lana di legno, farina di legno, lastrine, particelle - essiccazione del legno - impregnazione o il trattamento chimico del legno con materiali adatti alla sua conservazione - trattamento, il deposito, la stagionatura, l'immagazzinaggio e conservazione del legno - tornerie del legno - tranciati e giuntura tranciati - fabbricazione di fogli da impiallacciatura, fabbricazione di compensati - pannelli stratificati (ad anima listellata), pannelli di fibre, di particelle, di truciolati, di lana, di legno ed altri pannelli, multistrati, listellari, tamburati - nobilitazione pannelli truciolari, compensati, tamburati, "medium density" e affini - produzione di agglomerati di fibre legnose con leganti vari per l'edilizia o altro, masonite, laminati, legni ricostruiti e conglomerati - allestimenti fiere, stands e decorazioni, cartellonistica - cartelli stradali e allestimenti in genere - cambrioni - carpenteria - fabbricazione elementi di carpenteria in legno e falegnameria per l'edilizia - cantieri e carpenteria navale - fabbricazione di prodotti in legno destinati principalmente all'edilizia: di travi, travicelli, puntoni e pezzi analoghi, di scale e ringhiere, di liste e modanature in legno, asticelle, aste da corniciai, ecc., porte, finestre, imposte e loro telai, infissi in legno, avvolgibili, pvc, basculanti, zanzariere - placcati - pavimenti in legno e relativa posa in opera - fabbricazione di travi e strutture lamellari - fabbricazioni di edifici prefabbricati o loro elementi in legno - fabbricazione di imballaggi, di pallets, di contenitori, di cesti in legno - paniforti - fabbricazione di casse, cassette, gabbie, cilindri e imballaggi simili in legno - fabbricazione di palette, palette a cassa e altri piani di caricamento in legno - fabbricazione di botti, tini, mastelli e altri prodotti e parti in legno per lavori da bottaio, fusti dogati - fabbricazione di tamburi in legno per cavi - levigatura di antine e altri elementi per mobili - verniciatura, laccatura, doratura ed altre lavorazioni finali del legno e/o del mobile - impiallacciature e lavorazioni legno - lavorazione accessori per mobili - scope - assemblaggio mobili - fabbricazione di montature di utensili, manici e montature di scope e spazzole, di forme in legno di scarpe e stivali, di attaccapanni in qualsiasi materiale, di utensili in legno domestici e da cucina, appendiabiti e portacappelli, di statuette ed altri ornamenti in legno, legno intarsiato e incrostato, di astucci e cofanetti in legno per gioielli, coltellerie ed altri articoli analoghi, di tubetti, spole, rocche e rocchetti per filatura, tessitura e per filati cucirini, di legno tornito, di casse funerarie e cofani funebri, di modelli per fonderie e per navi, di parti in legno per armi da fuoco, di scultura, traforo, intarsio del legno per decorazioni, di manufatti in legno in genere compreso il "fai da te", di cornici, decorazioni artistiche e floreali, restauri e dorature cornici, di decorazioni per l'arredamento, di altri articoli in legno - manici da frusta - arredobagno - articoli igienico-sanitari - lavorazione del sughero naturale, sughero per plance, sugheraccio, sugherone, la fabbricazione di articoli in sughero, di manufatti, agglomerati e granulati e di isolanti in sughero, fabbricazione di turaccioli comuni o da spumanti - la produzione di articoli di paglia e di materiale da intreccio - la fabbricazione di trecce e manufatti simili in materiali da intreccio, stuoie, stuoie grossolane, graticci, ecc., la fabbricazione di articoli da panieraio e da stuoiaio, rivestimenti di fiaschi e damigiane, rivestimenti in legno - fabbricazione di forme per calzature, ceppi per zoccoli e fondi per calzature in qualsiasi materiale - tacchi - ghiacciaie - fabbricazione di carri e carrozze - la produzione di mobili ed articoli vari di arredamento in giunco, vimini, rattan e di altro materiale - fabbricazione di sediame comune e curvato - fabbricazione di sedili per aereomobili, autoveicoli, navi e treni, di qualsiasi materiale - la fabbricazione di sedie e tavoli di qualsiasi materiale - la fabbricazione di cassetti per mobili, di curvati in legno, di cassettiere - la fabbricazione di poltrone e divani di qualsiasi materiale - l'attività dei laboratori di tappezzeria e fabbricazione di imbottiti per l'arredamento - la fabbricazione e restauro di mobili in stile e d'epoca - fabbricazione di mobili per uffici e negozi in qualsiasi materiale per qualunque uso diverso da quello di civile abitazione (scuole, navi, ristoranti), comprese le loro parti e/o componenti - fabbricazione di altri mobili - mobili di qualsiasi materiale per la casa ed il giardino - mobili tappezzati - tappezzerie - traverse ferroviarie - fabbricazione di rete e supporti per materassi - la fabbricazione di materassi a molle, imbottiti o guarniti internamente, di materiali di rinforzo, di materassi in gomma cellulare o di plastica non ricoperti - fabbricazione di pianoforti - fabbricazione di strumenti a corde, liuterie - articoli sportivi - fabbricazione di tutte le attrezzature per il tennis da tavolo - fabbricazione di tavoli da biliardo e attrezzi da bowling - fabbricazione di aste dorate e comuni, bastoni - fabbricazione di sdraio, sedie sdraio, lettini sdraio - la fabbricazione di giostre e altalene - fabbricazione di fiammiferi e stuzzicadenti - fabbricazione di fiori, foglie e frutti artificiali - fiori secchi - fabbricazione di pipe e abbozzi di pipe - fabbricazione di pettini (anche ornamentali) - fabbricazione di tutti gli articoli per fumatori - riproduzione di armi antiche prevalentemente in legno - produzione di articoli religiosi e da ricordo - produzione di apparecchi di illuminazione, di articoli casalinghi - produzione di articoli da disegno e didattici - produzione di arredamenti vari, di oggetti e complementi d'arredamento, compresi quelli in metallo, in resine sintetiche e materie plastiche, come poliuretani, metacrilati, a.b.s., p.v.c., poliestere rinforzato, polipropilene, ecc.


Industrie boschive e forestali

Alle aziende operanti nei settori sottoindicati, oltre alle norme (e relative deroghe) contenute nel c.c.n.l., si applicano le norme di cui alla specifica regolamentazione contrattuale per gli addetti alle industrie boschive e forestali.

- Industrie esercenti l'abbattimento e l'utilizzazione dei boschi e delle piante sparse per la produzione di legname tondo, asciato o segato (antenne, pali, puntelli, tondelli, travi, doghe, traverse, ecc.), di legna da ardere, di carbone vegetale, di abbozzi per pipe di erica arborea, di sughero (sughero in plance, sugheraccio, sugherone).

- Segherie che, per la loro organizzazione tecnica, costituiscono nel ciclo completo della produzione aziendale, un complemento delle lavorazioni forestali indicate al precedente capoverso.

 

 

INQUADRAMENTO DEI LAVORATORI

 

Categoria

Qualifica

Declaratorie contrattuali

AREA DIREZIONALE

AD3

ex 7a  categoria quadri

- Lavoratori che, pur non appartenendo alla categoria dei dirigenti, svolgono con carattere di continuità, con un elevato grado di capacità gestionale, organizzativa, tecnico-professionale, funzioni di rilevante importanza e responsabilità, ai fini dello sviluppo e dell'attuazione degli obiettivi aziendali intervenendo, con una discrezionalità contenuta nei limiti delle strategie generali dell'impresa e delle sole direttive generali impartite dal titolare, dall'amministratore delegato, o dai dirigenti dell'azienda, nell'organizzazione del lavoro e dei processi mediante lo svolgimento di attività di elevata specializzazione, di coordinamento, di gestione e/o ricerca e progettazione.


AD2

ex 7a categoria solo impiegati

- gli impiegati con funzioni direttive nei settori amministrativi, commerciali, tecnici, che svolgono attività di coordinamento di intere divisioni o unità produttive fondamentali dell'azienda, uffici o servizi della stessa, ai fini dello sviluppo e della realizzazione degli obiettivi aziendali, operando con discrezionalità di poteri e con facoltà di decisione ed autonomia di iniziativa nei limiti delle sole direttive generali impartite dal titolare, dall'amministratore delegato, o dai dirigenti dell'azienda.


AD1

nuova categoria 6 + impiegati

- Impiegati direttivi che svolgono funzioni ad alto contenuto professionale e/o di alta specializzazione ed importanza che comportano iniziativa, discrezionalità di poteri e autonomia operativa, una particolare e specifica conoscenza o adeguata pratica od esperienza, capacità di relazione a monte e a valle dei processi aziendali, nel campo tecnico, amministrativo, commerciale, nell'ambito delle direttive ricevute dal titolare, dall'amministratore delegato, dai quadri o dai dirigenti o dagli impiegati della categoria superiore;

- impiegati ad alta specializzazione tecnica che svolgono funzioni che comportano iniziativa, discrezionalità di poteri e autonomia operativa, per le quali si richiede una particolare e specifica conoscenza, adeguata pratica od esperienza, capacità di relazione a monte e a valle dei processi aziendali, nel campo tecnico, amministrativo, commerciale, con facoltà di iniziativa su tutto il processo o su tutte le unità produttive ed organizzative, nell'ambito delle direttive ricevute dal titolare, dall'amministratore delegato, dai quadri o dai dirigenti o dagli impiegati della categoria superiore.


AREA COORDINAMENTO E GESTIONE

AC5

ex 6a  categoria solo impiegati

- Impiegati di concetto che, dotati di specifica preparazione e competenza professionali, comunque acquisite, svolgono mansioni specialistiche ai fini della gestione e del coordinamento, guida e controllo di interi settori amministrativi, commerciali, tecnici, con discrezionalità di poteri e facoltà decisionale nei limiti delle sole direttive generali impartite dal titolare, dall'amministratore delegato, dai dirigenti dell'azienda, dai quadri o dagli impiegati di categoria superiore.

Si comprendono nella presente declaratoria gli impiegati analisti di sistemi EDP.


AC4

nuova categoria 5 + impiegati

- Impiegati di concetto che svolgono mansioni che comportano iniziativa ed autonomia operativa per lo svolgimento delle quali si richiede una particolare e specifica competenza tecnico-professionale acquista a seguito di prolungata esperienza e periodo di pratica, comunque acquisite, nel campo amministrativo o commerciale o tecnico e che hanno responsabilità di coordinamento operativo nei settori amministrativo, commerciale o tecnico o in settori di rilevante importanza per la ricerca, la progettazione e l'innovazione, per lo sviluppo competitivo dell'azienda;

- impiegati che, collaborando con l'analista, sviluppano e redigono programmi complessi miranti a ristrutturare gli assetti operativi ed organizzativi dei sistemi informatici, curano l'esecuzione degli stessi programmi, collaborando alla stesura delle procedure operative con responsabilità dei risultati.


AC3

ex 5a  categoria impiegati

- impiegati di concetto che, in possesso di particolare e specifica competenza tecnico-professionale acquisita a seguito di adeguata esperienza e periodo di pratica, coordinano, guidano e controllano, in autonomia e con limitati poteri di iniziativa nell'ambito delle direttive ricevute, un gruppo di altri impiegati nei settori amministrativo o commerciale o tecnico.


AC2

ex 5a  categoria intermedi

- Intermedi che, possedendo già adeguate capacità professionali ed esperienza, guidano altri lavoratori per la preparazione, la messa a punto o la riparazione e manutenzione di apparati di automazione o impianti elettronici complessi;

- lavoratori specializzati provetti che svolgono funzioni di coordinamento, guida e controllo operativo di altri lavoratori, con facoltà di iniziativa, nell'ambito delle direttive ricevute, in unità produttive, logistiche, di servizi al cliente, di prototipi;

- intermedi che guidano, controllano e coordinano, con facoltà di iniziativa e responsabilità, nell'ambito delle direttive ricevute, squadre di lavoratori appartenenti a categorie inferiori, reparti produttivi strategici per lo sviluppo competitivo dell'azienda conseguendo risultati quantitativi e qualitativi del prodotto;

- lavoratori provetti che gestiscono il processo produttivo o fasi del processo produttivo sino al sottoassieme complesso, avendo acquisito conoscenza e competenza delle singole posizioni di lavoro.


AC1

ex 4a  categoria intermedi


- Intermedi, che partecipando direttamente alle singole fasi lavorative, impartiscono le necessarie istruzioni, nell'ambito delle disposizioni ricevute, a lavoratori operai e a lavoratori assunti con contratto di apprendistato o di inserimento;

- lavoratori provetti che, avendo acquisito adeguata esperienza professionale, conducono, con autonomia di iniziativa operativa e responsabilità dei risultati, in una linea operativa dell'azienda, un gruppo di lavoratori;

- intermedi che guidano, controllano e coordinano, con limitata autonomia, nell'ambito delle loro funzioni, un gruppo di lavoratori, esercitando un certo potere di iniziativa per la condotta ed i risultati delle operazioni;

- lavoratori provetti che, avendo acquisito adeguate esperienze professionali, conducono in autonomia operativa le varie fasi delle lavorazioni costituenti il processo produttivo affidato concorrendo al controllo di qualità del semilavorato o del prodotto finito.


AREA SPECIALISTICA

AS4

ex  5a categoria solo impiegati

- impiegati di concetto che svolgono mansioni amministrative o commerciali o tecniche che richiedono una particolare e specifica competenza tecnico-professionale acquisita a seguito di adeguata esperienza e periodo di pratica, che operano in autonomia e con limitati poteri di discrezionalità nell'ambito delle direttive ricevute.

Si comprendono nella presente declaratoria i lavoratori che su indicazioni dell'analista sviluppano e redigono programmi anche complessi curandone l'esecuzione e collaborando alla stesura delle procedure operative.


AS3

nuova categoria impiegati-operai

- Operai specializzati provetti che avendo acquisito adeguata esperienza professionale e conoscenza della tecnologia elettronica riferita agli apparati di automazione, eseguono, senza alcun aiuto, la preparazione, la messa a punto o la riparazione e la manutenzione di tali impianti elettronici complessi, intervenendo durante le fasi di lavorazione per ovviare ad eventuali anomalie;

- operai specializzati provetti che sanno costruire, senza alcuna guida, sulla scorta degli schizzi di massima, prototipi e prodotti completi, per nuovi cataloghi o fiere, realizzando i dettagli costruttivi, operando sia con interventi manuali, sia con strumenti ed attrezzi, sia su macchine utensili complesse;

- operai specializzati provetti che sono in grado di proporre soluzioni innovative al layout produttivo o logistico o dimostrano capacità di produrre risultati di qualità nel prodotto o nel processo produttivo;

- operai specializzati provetti che hanno acquisito la competenza professionale sull'insieme delle attività di un reparto o di una linea produttiva o di una fase delle lavorazioni sino al sottoassieme complesso, conducendo in autonomia operativa, nell'ambito delle direttive ricevute, il reparto o la linea o l'insieme delle lavorazioni sino al sottoassieme complesso.


AS2

ex 4a  categoria operai-impiegati

- Impiegati di concetto, che avendo svolto un percorso di apprendistato professionalizzante o avendo conseguito un diploma presso un istituto professionale con appropriato tirocinio tecnico-pratico, svolgono mansioni amministrative o commerciali o tecniche che richiedono una adeguata competenza tecnico-professionale acquisita e che operano nei limiti delle direttive ricevute;

- operai specializzati provetti che distintamente:

- conducono abitualmente automezzi con patente di guida di tipo C e svolgono anche altre mansioni complesse inerenti alla logistica;

- eseguono, a regola d'arte, trattamenti di finitura del prodotto, con autonomia operativa, all'interno delle fasi fondamentali del ciclo;

- svolgono lavori e operazioni su più di una macchina o su una linea macchine collegate per l'unica fase di lavorazione del processo produttivo avendo la necessaria conoscenza dei materiali, degli impianti, delle tecnologie specifiche dove operano interpretando disegni e schemi o disegni costruttivi;

- avendo la conoscenza della qualità della materia prima e dei materiali svolgono operazioni di collaudo o messa in opera di manufatti eseguendo, ove occorre, i necessari adattamenti e aggiustamenti;

- svolgono particolari specializzazioni e ruoli assegnati loro dall'azienda con responsabilità di salvaguardia e tutela degli impianti e dei beni aziendali e operando a tal fine in autonomia, anche in pluralità di mansioni;

- sono adibiti al montaggio e/o al collaudo di prodotti finiti, in possesso delle capacità di eseguire i necessari adattamenti, operando in autonomia.


AS1

ex 3a  categoria solo operai

- Operai specializzati che, avendo svolto un percorso di apprendistato professionalizzante o avendo acquisito comunque una specifica preparazione tecnico-pratica e particolari capacità ed abilità attraverso scuole o istituti professionali o mediante corsi di istruzione equivalente, svolgono in autonomia, con la necessaria conoscenza dei mezzi di lavoro e dei materiali inerenti alla propria specializzazione, le lavorazioni od i servizi loro affidati su una o più macchine o in uno o più servizi dell'azienda;

- operai specializzati che, mediante adeguato periodo di tirocinio in azienda, hanno conseguito abilità e competenze professionali tali da essere in grado di operare in autonomia su una o più macchine provvedendo alla messa a punto ed all'attrezzaggio delle stesse interpretando schemi o disegni tecnici;

- operai che conducono abitualmente automezzi per la cui conduzione sia prevista la patente di tipo C e che sono in grado di effettuare la ordinaria manutenzione degli automezzi.


AREA ESECUTIVA

AE4

ex 3a  categoria.: solo impiegati

- Impiegati d'ordine che sono in possesso delle competenze per svolgere mansioni amministrative o commerciali o tecniche che richiedono appropriate capacità ed abilità tecnico-pratiche acquisite mediante idoneo percorso formativo od adeguato tirocinio pratico.


AE3

nuova categoria 4 + operai

- Impiegati con mansioni esecutive che richiedono specifiche conoscenze professionali nel settore amministrativo o commerciale o tecnico e/o coadiuvano impiegati di livello superiore;

- operai che svolgono con perizia mansioni esecutive per le quali risultano in possesso di specifiche capacità tecnico-pratiche acquisite o con adeguato tirocinio in azienda o con preparazione conseguita in scuole professionali o corsi di istruzione equivalente o mediante percorsi formativi di apprendistato, sanno eseguire con perizia mansioni esecutive oppure coadiuvano operai specializzati che sono preposti alla stessa mansione;

- operai che, con limitata autonomia operativa, eseguono mansioni di montaggio e assemblaggio di materiali già preparati o conducono macchine già attrezzate o, avendo la conoscenza della materia prima, svolgono mansioni di selezione e classificazione di prodotti semilavorati o finiti;

- operai che conducono abitualmente automezzi per la cui conduzione sia prevista la patente di tipo C.


AE2

ex 2a  categoria impiegati e operai

- Impiegati con mansioni esecutive che richiedono generiche conoscenze professionali e/o che operano in ausilio ad impiegati dell'area esecutiva di livello superiore;

- impiegati che sono assunti tramite i contratti di inserimento destinati per le mansioni svolte al livello AE3;

- operai che svolgono mansioni esecutive per le quali sono richieste specifiche capacità tecnico-pratiche che richiedono appropriate conoscenze professionali;

- operai assunti con contratti di inserimento e che abbiano già una qualifica e/o precedente lavorativo di settore o di comparto, o che hanno svolto un percorso di qualificazione o riqualificazione specifica.


AE1

ex 1a  categoria solo operai

- Operai comuni che svolgono mansioni manuali o su macchina già attrezzata per le quali sono richieste una generica preparazione e normali capacità pratiche o che lavorano in ausilio a lavoratori dell'area esecutiva;

- operai, senza alcun precedente lavorativo nel comparto, soggetti a un "progetto individuale" proprio di un "contratto di inserimento" destinati per le mansioni svolte al livello AE2;

- operai, con precedente lavorativo nel comparto, soggetti a un "progetto individuale" proprio di un contratto di inserimento destinati per le mansioni svolte al livello AE3;

- operai soggetti a un "progetto individuale" che svolgono un percorso di qualificazione o riqualificazione, destinati per le mansioni del livello AE2 oppure AE3.


Mutamento, cumulo di mansioni e passaggio alla categoria superiore

Svolgimento di mansioni pertinenti a diverse categorie:  con carattere di continuità, compete la categoria corrispondente alla mansione superiore, semprechè quest'ultima abbia carattere di prevalenza.

Operai

Svolgimento di mansioni di categoria superiore: compete la retribuzione della categoria superiore per il tempo per il quale vi resta adibito. Trascorso un periodo continuativo di 40 giorni lavorativi nel disimpegno di mansioni superiori, compete il passaggio alla categoria superiore, salvo che si tratti di sostituzione di un altro operaio assente con diritto alla conservazione del posto.

Intermedi

Svolgimento di mansioni di categoria superiore: trascorso un periodo di tre mesi nel disimpegno delle mansioni di categoria superiore, il lavoratore passerà senz'altro a tutti gli effetti a detta categoria. Il disimpegno delle mansioni di categoria superiore può essere effettuato anche non continuativamente, purchè la somma dei singoli periodi corrispondenti ai termini predetti sia compresa in un massimo di 12 mesi. 

Esplicazione di mansioni di categoria superiore in sostituzione di altro lavoratore assente con diritto alla conservazione del posto: non dà luogo al passaggio di categoria, salvo il caso della mancata riammissione del lavoratore sostituito nelle sue precedenti mansioni.

Al lavoratore comunque destinato a compiere mansioni inerenti alla categoria superiore, compete un compenso di importo non inferiore alla differenza tra la retribuzione base (minimo tabellare più contingenza) della sua categoria e quella della categoria superiore.

Impiegati

Svolgimento di mansioni di categoria superiore: trascorso un periodo di tre mesi nel disimpegno delle mansioni di categoria superiore, il lavoratore passerà senz'altro a tutti gli effetti a detta categoria. Il disimpegno delle mansioni di categoria superiore può essere effettuato anche non continuativamente, purchè la somma dei singoli periodi corrispondenti ai termini predetti sia compresa in un massimo di 12 mesi per il passaggio alle categorie VII e VI e di 8 mesi per il passaggio alle altre categorie. 

Esplicazione di mansioni di categoria superiore in sostituzione di altro lavoratore assente con diritto alla conservazione del posto: non dà luogo al passaggio di categoria, salvo il caso della mancata riammissione del lavoratore sostituito nelle sue precedenti mansioni.

All'impiegato comunque destinato a compiere mansioni inerenti alla categoria superiore a quella di appartenenza compete un compenso d'importo non inferiore alla differenza tra la retribuzione base (minimo tabellare più contingenza) della sua categoria e quella della categoria superiore.

 

 

TABELLE RETRIBUTIVE ED ALTRI ASPETTI DELLA RETRIBUZIONE

 

□ Retribuzione mensile


·       Divisore orario: 174

·       Divisore giornaliero: 26

·       Retribuzione mensile: è composta da minimo, contingenza, E.d.r. confederale, indennità di funzione (assorbibile dal superminimo individuale fino al 50%), terzo elemento, scatti di anzianità. 

·       Cottimo: le tariffe devono garantire un utile non inferiore al 6,50% dei minimi di retribuzione.



Variazioni retributive per le varie decorrenze


Quadri - Impiegati - Operai

Livelli

Minimo 1/4/2010

Minimo 1/1/2011

Minimo 1/7/2012

Contingenza

Ed.r.

Ind. funzione

AD3

1.473,63

1.547,13

1.620,63

531,91

10,33

25,82

AD2

1.439,60

1.511,35

1.583,10

531,91

10,33

-

AD1

1.368,82

1.437,07

1.505,32

529,75

10,33

-

AC5

1.298,62

1.363,37

1.428,12

527,94

10,33

-

AC4

1.193,40

1.252,90

1.312,40

525,22

10,33

-

AC3

1.088,12

1.142,37

1.196,62

522,41

10,33

-

AC2

1.088,12

1.142,37

1.196,62

522,41

10,33

-

AC1

982,81

1.031,81

1.080,81

518,45

10,33

-

AS4

1.088,12

1.142,37

1.196,62

522,41

10,33

-

AS3

1.035,99

1.087,62

1.139,25

521,02

10,33

-

AS2

982,81

1.031,81

1.080,81

518,45

10,33

-

AS1

940,56

987,46

1.034,36

517,76

10,33

-

AE4

940,56

987,46

1.034,36

517,76

10,33

-

AE3

887,88

932,16

976,44

516,53

10,33

-

AE2

835,24

876,89

918,54

514,79

10,33

-

AE1

702,07

737,07

772,07

512,16

10,33

-


In un comunicato della Filca Cisl viene precisato che gli importi dell'indennità di contingenza per il settore boschi e foreste sono i seguenti: 7 liv euro 530,78; 6 liv euro 526,93; 5 liv euro 521,58; 4 liv euro 517,65; 3 liv euro 517,05; 2 liv euro 514,15; 1 liv euro 511,66.


Scatti di anzianità

Maturazione: 5 scatti biennali.

Decorrenza: dal mese immediatamente successivo a quello di compimento del biennio.

Passaggio di livello: il lavoratore mantiene l'importo degli scatti già maturati e ha diritto a maturare ulteriori scatti fino a raggiungere l'importo complessivo massimo suindicato.

Importi dal 1° gennaio 2009: liv. AD3: € 14,77; liv. AD2: € 14,77; liv. AD1: € 13,92; liv. AC5: € 13,07; liv. AC4: € 11,92; liv. AC3 AC2 AS4: € 10,79; liv. AC1: € 10,76; liv. AS3: € 10,22; liv. AS2: € 9,66; liv. AS1 AE4: € 9,09; liv. AE3: € 8,80; liv. AE2: € 8,53; liv. AE1: € 7,95.

Gli scatti maturati fino al 31 dicembre 2008, sono aggiornati ai nuovi valori allo scadere del 6° biennio di anzianità di servizio; per coloro che hanno già maturato detta anzianità, l'adeguamento ha luogo dal 1° gennaio 2009.

Gli scatti di anzianità non devono essere considerati agli effetti dei cottimi e delle altre forme di incentivo e di tutti gli istituti che non facciano espresso riferimento alla normale retribuzione.

Il periodo di apprendistato è utile ai fini della maturazione degli scatti di anzianità.


Elemento di garanzia retributiva

E' erogato dal 1° aprile 2010 nella misura di 8 euro lordi mensili per 12 mensilità, esclusi da tfr, ai lavoratori privi di contrattazione di secondo livello e che non percepiscano trattamenti economici in aggiunta a quelli spettanti in base al c.c.n.l.


Indennità

- Indennità di cassa: spetta agli impiegati normalmente adibiti ad operazioni di cassa con carattere di continuità, con responsabilità per errori nella gestione nella misura del 6% di minimo e contingenza.

- Indennità per lavori pericolosi: per lo svolgimento di attività particolarmente nocive o pericolose (lavori eseguiti su ponti mobili, scale aeree, verniciatura con particolari sostanze, lavori in ambienti molto caldi), il c.c.n.l. prevede una maggiorazione del 10% sulla normale retribuzione per gli operai e dell'8% per gli intermedi.

- Indennità di disagiata sede: spetta agli impiegati che svolgono la loro attività in luoghi lontani da centri abitati e non collegati con mezzi pubblici; l'importo è concordato tra le parti.

- Indennità di mensa: gli importi dell'indennità sostitutiva sono stabiliti a livello locale o aziendale.

- Indennità di trasferta: per missioni di durata superiore a 24 ore spetta un'indennità pari al 30% della retribuzione giornaliera (20% dopo il primo mese di permanenza in trasferta).


□ Retribuzione ultramensile


Tredicesima mensilità

Corresponsione: nel mese di dicembre

Misura: una mensilità della normale retribuzione. 

Maturazione: per dodicesimi.


Premio di risultato

E' determinato dalla contrattazione di secondo livello di norma annualmente in relazione ai risultati conseguiti nella realizzazione di programmi, concordati tra le parti, aventi per obiettivo incrementi di produttività, di qualità, di redditività, nonché ai risultati legati all’andamento economico dell’impresa.

 

Prova


Qualifiche

Livelli

Durata

Quadri e impiegati

AD1, AD2, AD3, AC5

6 mesi

Impiegati

AC4, AC3, AS4, AS3, AS2, AE4, AE3, AE2

3 mesi

Intermedi

AC!, AC2

1 mese

Operai

AS3, AS2, AS1, AE3, AE2, 

8 settimane

 

AE1

4 settimane

 

E

1 mese

Operai

B

2 mesi

 

CS

6 settimane

 

C, D, E

1 mese

 

F

2 settimane

Apprendistato L. n. 25/1955: 

come i livelli da conseguire

Apprendistato professionalizzante:

come i livelli da conseguire


Il c.c.n.l. prevede riduzioni del periodo di prova per impiegati e tecnici con precedente esperienza nel settore.


□ Orario di lavoro


Orario settimanale

40 ore di norma distribuito su 5 giorni.


Turnisti

Ai lavoratori che effettuano un orario giornaliero continuativo di 8 ore spetta mezz'ora retribuita di pausa; se la pausa non può essere fruita per ragioni tecniche, spetta una maggiorazione del 7% sulla retribuzione base (minimo, contingenza e 3° elemento). 


Addetti a mansioni discontinue

10 ore giornaliere e 50 settimanali (12 giornaliere e 60 settimanali per i discontinui con alloggio nello stabilimento o immediate vicinanze).


Giorni festivi

Oltre a quanto previsto dalla legge sono considerati festivi la ricorrenza del Santo Patrono, le domeniche e i giorni  di riposo compensativo domenicale.


Flessibilità

È stabilito un limite di 80 ore per anno solare. Per le settimane in cui vengono superate le 45 ore, le ore prestate dalla 40a danno diritto ad una maggiorazione del 10% del minimo e contingenza.


Banca ore

Vi confluiscono i permessi per ROL e per ex festività non fruiti nell'anno di maturazione e, a richiesta del lavoratore, le ore di straordinario (fermo restando il pagamento della maggiorazione).


□ Lavoro straordinario, notturno e festivo maggiorazioni


Le maggiorazioni sono da calcolare sulla quota oraria della retribuzione normale (minimo, contingenza e terzo elelmento) (per i cottimisti anche sull'utile minimo di cottimo). 


Tipologia della prestazione

Percentuale di maggiorazione

a) straordinario:

 

- diurno

28%

- festivo - impiegati

60%

- festivo - operai

50%

- notturno

50%

- notturno festivo – impiegati e intermedi

70%

- notturno festivo - operai

60%

b) notturno 

 

– impiegati e intermedi

30%

- operai 

35%

c) festivo 

 

- impiegati e intermedi

50%

- operai

40%


Si considera notturno il lavoro svolto dalle ore 22.00 alle 6.00. Ai guardiani notturni non spetta la maggiorazione.

Per le ore prestate in turni notturni avvicendati spetta una maggiorazione del 30%, mentre per quelle prestate in giorni festivi, la maggiorazione è del 40%. Le maggiorazioni in parola non sono cumulabili.

È previsto un limite individuale allo straordinario di 250 ore annue (si possono utilizzare tali ore dopo aver esaurito le 80 previste dal regime di flessibilità).

Per i discontinui, le ore eccedenti la 40ª sono compensate con quote orarie della retribuzione normale fino alla 50ª (60ª per i discontinui con alloggio); per quelle ulteriori spetta la maggiorazione prevista per il  lavoro straordinario. 


□ Ferie e permessi annui


Ferie

4 settimane. Nel caso di godimento frazionato, se l'orario di lavoro è distribuito in 5 giorni, 5 giorni lavorativi fruiti come ferie equivalgono ad una settimana.


Festività soppresse

A fronte delle ex festività spettano 32 ore di permesso retribuito


Riduzione orario di lavoro (ROL)

È così stabilita:

- giornalieri: 64 ore, comprensive dell'ex festività del 4 novembre,

- turnisti: per quelli che operano su 3 turni avvicendati, 72 ore annue, comprensive dell'ex festività del 4 novembre. 


□ Assenze


Malattia

Impiegati e intermedi

- comporto: 13 mesi (le assenze verificatesi nell'arco di 30 mesi consecutivi si sommano ai fini del comporto),

- trattamento economico complessivo: primi 6 mesi, 100%; successivi 7 mesi, 50%

Operai

- comporto: come sopra

- trattamento economico complessivo: dal 1° al 3° giorno, 50%; dal 4° al 180° giorno, 100%. 

Agli operai che nell'anno solare precedente si siano assentati solo 3 volte per malattia o infortunio non sul lavoro, per i primi 3 giorni è riconosciuto il 100% della retribuzione.

Apprendistato L. nn.. 25/1955, 56/87, 196/97

- comporto: 12 mesi 

- trattamento economico: quello spettante agli operai

Apprendistato professionalizzante

- comporto: come sopra

- trattamento economico complessivo: corrispondente a quello dei lavoratori qualificati.


Infortunio sul lavoro

Impiegati e intermedi:

- comporto: fino a guarigione clinica o fino a quando l’Inail corrisponde l’indennità

- trattamento economico: 100% dal giorno dell'infortunio per un massimo di 12 mesi

Operai: 

- comporto: come sopra

- trattamento economico: come sopra

Apprendisti

- comporto: come sopra

- trattamento economico: come sopra


Maternità

Per il periodo di astensione obbligatoria, 100% della retribuzione globale .


Congedo matrimoniale

16 giorni consecutivi di calendario. 


Congedi per la formazione

In caso di utilizzo di congedi per la formazione, non può contemporaneamente assentarsi dall'unità produttiva più dell'1% del totale della forza occupata; nelle unità produttive fino a 149 dipendenti può comunque assentarsi un lavoratore.


Diritto allo studio

Per l'esercizio del diritto allo studio spettano 150 ore di permessi retribuiti all'anno (250 ore per il recupero della scuola dell'obbligo). Le assenze contemporanee per la partecipazione a tali corsi non possono superare il 3% della forza occupata; nelle unità produttive fino a 25 dipendenti può assentarsi un solo lavoratore.


Permessi retribuiti

In occasione della nascita di un figlio spetta un giorno di permesso retribuito.


□ Lavoro a tempo parziale


Lavoro supplementare

È ammesso fino al raggiungimento dell'orario contrattuale dei lavoratori a tempo pieno; per le ore supplementari spetta una maggiorazione del 20%. 


Clausole flessibili/elastiche

Nel caso di ricorso a clausole flessibili/elastiche, al lavoratore spetta un preavviso di 10 giorni e una maggiorazione del 20% sulle ore prestate al di fuori degli schemi concordati.

Clausole flessibili possono essere stabilite nei limiti dell'orario massimo di 36 ore settimanali.


□ Contratto a tempo determinato

Sono previste norme specifiche per gli operai a termine del settore boschi e foreste.


Cause di ammissibilità e limiti

Il numero di lavoratori con contratto a termine non può superare il

- 15%, su base semestrale, dei lavoratori a tempo indeterminato nell'unità produttiva, per ciascuna tipologia contrattuale;

- 20%, su base semestrale, dei lavoratori a tempo indeterminato dell'unità produttiva, complessivamente con contratto a termine e di somministrazione;

elevabili con accordo aziendale in funzione di specifiche esigenze

Le frazioni sono arrotondate all'unità superiore. Nel caso in cui il rapporto percentuale dia un numero inferiore a 10, è comunque possibile utilizzare fino a 10 contratti, purché non risulti superato il totale dei contratti a tempo indeterminato in atto nell'impresa.


Periodo di prova

Operai AE1: 3 settimane,

Operai AE2, AE3, AS1, AS2, AS3: 5 settimane,

Impiegati AE2, AE3, AE4, AS2, AS4, AC3, AC4: 8 settimane,

Impiegati AC5, AD1, AD2, AD3: 15 settimane

Il periodo di prova non può essere reiterato in caso di nuova assunzione presso la stessa azienda, sia con contratto a termine che indeterminato entro 24 mesi per le stesse funzioni.


Successione di contratti a termine

Non si applica il limite massimo di durata di 36 mesi (compresi proroghe e rinnovi), per le attività connesse alla partecipazione a fiere e mostre italiane ed estere; per l'allestimento di stands fieristici, show-room; per attività connesse a corners ed esposizioni.

La deroga assistita, relativa al successivo contratto a termine dopo i primi 36 mesi, può avere un'ulteriore durata di 8 mesi.


Malattia e infortunio non sul lavoro

Periodo di comporto e trattamento economico: un terzo della durata del contratto a termine con un minimo di 30 giorni e con un massimo corrispondente a quello previsto per i lavoratori a tempo indeterminato, ma non oltre la scadenza del termine del contratto; si computano le assenze dovute a un unico evento o a più eventi.



□ Apprendistato professionalizzante

Dal 26/4/2012


Il contratto di apprendistato professionalizzante può essere instaurato per i lavoratori operai, intermedi, impiegati e quadri, con esclusione della categoria AE1, e per tutte le relative mansioni.


Durata


Livelli

Durata Complessiva Mesi

Primo Periodo Mesi

Secondo Periodo Mesi

Terzo Periodo Mesi

AD3 - AD2 - AD1 - AC5 - AC4 - AC3 - AC2 - AS4 - AS3 - AC1 - AS2 AS1 - AE4 - AE3

36

12

12

12

AE2

24

10

10

4


Agli apprendisti in possesso di diploma di qualifica conseguito presso un istituto professionale, ovvero di scuola media superiore, inerenti alla professionalità da acquisire, le suddette durate sono ridotte di mesi 10 così ripartite:

- primo periodo: 3 mesi;

- secondo periodo: 3 mesi;

- terzo periodo: 4 mesi.

Per gli apprendisti in possesso di laurea inerente la durata dell'apprendistato è di 24 mesi.


Inquadramento e retribuzione

L'inquadramento e il relativo trattamento economico sono i seguenti:

- primo periodo: 2 livelli sotto quello di destinazione finale;

- secondo periodo: 1 livello sotto quello di destinazione finale;

- terzo periodo: 1 livello sotto quello di destinazione finale e retribuzione corrispondente al valore intermedio tra quello della categoria di appartenenza e quello della categoria di destinazione finale.

Gli apprendisti con destinazione finale al livello AE2 sono inquadrati al livello di destinazione finale con decorrenza dall'inizio del secondo periodo di apprendistato.


□ Contratto di inserimento


Inquadramento

I lavoratori devono essere inquadrati:

- lavoratori destinati per le mansioni svolte al livello AE2: inquadramento al livello retributivo AE1;

- lavoratori destinati per le mansioni svolte al livello AE3: inquadramento al livello retributivo AE1;

- lavoratori destinati per le mansioni svolte al livello AS1 e AE4: inquadramento al livello retributivo AE2;

- lavoratori destinati per le mansioni svolte al livello AC1 e AS2: inquadramento al livello retributivo AE3;

- lavoratori destinati per le mansioni svolte al livello AS3: inquadramento al livello retributivo AS1;

- lavoratori destinati per le mansioni svolte al livello AC3 e AC2: inquadramento al livello retributivo AC1; lavoratori destinati per le mansioni svolte al livello AS4: inquadramento al livello retributivo AS2;

- lavoratori destinati per le mansioni svolte al livello AC4: inquadramento al livello retributivo AS3;

- lavoratori destinati per le mansioni svolte al livello AC5: inquadramento al livello retributivo AC3;

- lavoratori destinati per la mansioni svolte al livello AD1: inquadramento al livello retributivo AC4;

- lavoratori destinati per le mansioni svolte al livello AD2: inquadramento al livello retributivo AC5;

- lavoratori destinati per le mansioni svolte al livello AD3: inquadramento al livello retributivo AD1.


□ Lavoro a domicilio


Retribuzione

Una tariffa di cottimo pieno, costituita dai medesimi elementi che compongono la retribuzione dei lavoratori interni.

La compilazione e l'aggiornamento delle tariffe vengono effettuati a livello territoriale.

Ad ogni periodo di paga ovvero in occasione delle ferie o delle festività natalizia devono essere corrisposte ai lavoratori le seguenti maggiorazioni percentuali, da calcolarsi sull'ammontare complessivo della retribuzione globale percepita dal lavoratore nel periodo considerato: indennità sostitutiva della tredicesima mensilità, delle ferie e delle festività nazionali e infrasettimanali, 22%; indennità sostitutiva del trattamento di fine rapporto, 7,4%


□ Somministrazione di lavoro


Casi di ammissibilità e limiti

E' ammissa nelle seguenti ipotesi

- sperimentazioni tecniche, produttive o organizzative relative a nuovi prodotti o lavorazioni; 

- eccezionali lavorazioni relative ai riassortimenti non attinenti all'acquisizione del normale portafoglio ordini; 

- aumento di carattere eccezionale dell'attività aziendale indotta da particolari esigenze produttive non eseguibili con le figure professionali normalmente esistenti in azienda.

Nelle ipotesi predette, il numero massimo di lavoratori che può essere occupato è pari al:

- 15%, su base semestrale, dei lavoratori a tempo indeterminato nell'unità produttiva, per ciascuna tipologia contrattuale;

- 20%, su base semestrale, dei lavoratori a tempo indeterminato dell'unità produttiva, complessivamente con contratto a termine e di somministrazione.

Le frazioni derivanti dall'applicazione delle percentuali di cui sopra - elevabili con accordo aziendale in funzione di specifiche esigenze - vengono arrotondate all'unità superiore. Nel caso in cui il rapporto percentuale dia un numero inferiore a 10, è comunque possibile utilizzare fino a 10 contratti, purché non risulti superato il totale dei contratti a tempo indeterminato in atto nell'impresa.


□ Lavoro stagionale

Non disciplinato


□ Lavoro intermittente

Non disciplinato


□ Telelavoro

Non disciplinato


□ Lavoro ripartito

Non disciplinato


□ Estinzione del rapporto


Preavviso


Qualifiche

Livelli

Anzianità di servizio

Durata

Impiegati

AD1, AD2, AD3, AC5

fino a 5 anni

2 mesi 

   

da 5 a 10 anni

3 mesi 

   

oltre 10 anni

4 mesi 

 

AS2, AS4, AC3, AC4

fino a 5 anni

1 mese e ½ 

   

da 5 a 10 anni

2 mesi

   

oltre 10 anni

2 mesi e ½ 

 

AE2, AE3, AE4

fino a 5 anni

1 mese 

   

da 5 a 10 anni

1 mese e ½ 

   

oltre 10 anni

2 mesi 

Intermedi

AC2

fino a 2 anni

1 mese

   

da 2 a 5 anni

1 mese e ½

   

da 5 a 15 anni

2 mesi 

   

oltre 15 anni

2 mesi e ½

 

AC1

fino a 5 anni

1 mese

   

da 5 a 15 anni

1 mese e ½

   

oltre 15 anni

2 mesi 

Operai

AS1, AS2, AS3

qualsiasi

21 giorni (*)

 

AE3, AE2

qualsiasi

14 giorni (*)

 

tutti

AE1

7 giorni (*)


-----------

(*) di calendario


Trattamento di fine rapporto

Il c.c.n.l. indica dettagliatamente gli elementi che devono essere considerati per il computo del tfr.

 

 

 

 




Segnala su OK Notizie!Reddit!Del.icio.us! Facebook!
 
faccialibrodef.jpg



mod_vvisit_countervisite oggi3214
mod_vvisit_counterDal 12/06/0914908572

domiciliazioniprevprof.jpg

      SCAPPO IN BRASILE...
       www.ideabrasile.it

bannerprevprof.jpg

 

cerca ancora nel sito

Ricerca personalizzata

Cerca Professionisti