Il portale della previdenza dei professionisti

logo-old.png
jfw_prefett_500x64_small.gif
Home arrow Ricerca Giuridica arrow CCNL orafi
CCNL orafi

● Fonti di riferimento

c.c.n.l. 7 ottobre 1998

accordo 29 maggio 2008 rinnovo

accordo 15 dicembre 2009 minimi 2010

ipotesi di accordo 16 giugno 2011 rinnovo


● Parti stipulanti 

CONFARTIGIANATO - Orafi, CNA artistico e tradizionale, Casartigiani, Confederazione delle libere associazioni artigiane italiane (CLAAI) e Fiom-Cgil, Fim-Cisl, Uilm-Uil


● Decorrenza e durata

1° gennaio 2010 – 31 dicembre 2012


● Campo di applicazione

Imprese artigiane orafe, argentiere ed affini: 

1) laboratori appartenenti tradizionalmente al Settore Orafo, Argentiero, affine destinati alla lavorazione dei metalli preziosi, nonché attività di restauro e alla riparazione e costruzione di manufatti dei quali le parti metalliche (metalli preziosi) richiedono la maggiore quantità di lavoro;

2) lavorazioni eseguite su metalli e leghe di metalli pregiati;

3) costruttori e riparatori di orologi.

A titolo indicativo ed esemplificativo rientrano tra le imprese artigiane orafe, argentiere ed affini, regolate dal presente contratto i seguenti laboratori: Orafi; Argentieri; Cassai; Incisori; Incastonatori; Bigiottieri; Smaltatori e Miniaturisti; Gioiellieri; Lavorazione pietre preziose; Imprese galvaniche che lavorano esclusivamente per il settore orafo/argentiero; Lavorazione pietre dure; Attività di realizzazione di modelli.

 

 

INQUADRAMENTO DEI LAVORATORI

 

 

Categoria

Qualifica

Declaratorie contrattuali

     

Impiegati con funzioni direttive

- Lavoratori che, oltre alle caratteristiche indicate nella declaratoria della seconda categoria e oltre a possedere notevole esperienza acquisita a seguito di prolungato esercizio delle funzioni siano preposti ad attività di coordinamento della produzione fondamentale dell'impresa o che svolgano attività di alta specializzazione ed importanza ai fini dello sviluppo e della realizzazione degli obiettivi aziendali;

- lavoratori che, sulla base delle sole direttive generali, realizzano nell'ambito del loro campo di attività studi di progettazione o di pianificazione operativa per il conseguimento degli obiettivi aziendali provvedendo alla loro impostazione e al loro sviluppo, realizzandone i relativi piani di lavoro.


2

Impiegati con funzioni direttive, operai specializzati

- Lavoratori sia tecnici che amministrativi che con specifica collaborazione, svolgono funzioni direttive che richiedono particolare preparazione e capacità professionale, con discrezionalità di poteri e con facoltà di decisione ed autonomia di iniziativa nel limiti delle sole direttive generali loro impartite;

- lavoratori che svolgono nell'ambito della loro attività e sulla base di indicazioni generali compiti di segreteria ed assistenza, raccogliendo e selezionando dati e notizie provenienti da varie fonti elaborandone sintesi e valutandoli per sistemare e completare in forma corretta e sintetica eventuali proposte di soluzioni dei problemi in questione e svolgono inoltre compiti di collegamento fra l'impresa in cui operano ed enti esterni;

- lavoratori che, sulla base di indicazioni generali provvedono nell'ambito della loro attività, alla elaborazione, analisi, controllo e verifica di fatti amministrativi, formulano sintesi di situazioni preventive e consuntive necessarie alla stesura di risultanze economiche e patrimoniali e, se del caso, contribuiscono all'adeguamento di metodi e procedure contabili;

- lavoratori che, sulla base delle direttive generali dell'impresa, della propria conoscenza del mercato e/o sulla base d'indagini e ricerche di mercato, svolte anche direttamente, realizzano, trattando in autonomia con la clientela, accordi commerciali e ne curano, anche con la collaborazione di altri livelli aziendali, le relative attività amministrative connesse alla raccolta e all'esecuzione degli ordini;

- lavoratori che, sulla base di indicazioni ed anche avvalendosi di metodologie esistenti, sviluppano nelle imprese, nell'ambito del loro campo di attività, programmi generali di produzione tra loro collegati, armonizzando le relative componenti, verificando ed assicurandone il compimento nei tempi previsti, ricercano e definiscono, in base alle informazioni ricevute, le soluzioni relative ai problemi di equilibrio dei programmi stessi e, se del caso, partecipano alla revisione e aggiornamento delle metodologie di programmazione della produzione;

- lavoratori che, sulla base delle sole indicazioni generali, anche riferite ad indagini di mercato progettano e disegnano oggetti in metallo prezioso, corredandoli delle relative istruzioni particolareggiate (metallo, dimensioni, quote, tolleranze) determinando essi stessi tabellari e/o norme di fabbricazione per la costruzione e produzione di prototipi od in serie, se del caso effettuando, anche in collaborazione con altri, studi di modifiche e/o miglioramenti da portare a progetti già esistenti;

- lavoratori che, possedendo tutte le caratteristiche indicate nel primo alinea della declaratoria della 4a e della 3a categoria, nello svolgimento della propria attività possiedono elevata capacità, particolare perizia di tipo tecnico-pratico, particolare esperienza anche nella lavorazione del pezzo unico e/o dell'oggetto artistico di valore, unita alla elevata sensibilità artistica e capacità creativa che implica l'ideazione del modello. Detto personale agisce in totale autonomia operativa che si traduce in prestazioni di elevatissimo livello artistico e tecnico al fine di ottenere significativi risultati in termini di efficienza produttiva, qualità, creatività nell'ambito della propria specializzazione e di quelle affini. I lavoratori in questione mantengono la normativa parte operai del C.C.N.L.

L'individuazione dei lavoratori con i requisiti sopracitati è effettuata nell'ambito tassativo delle seguenti figure professionali:

- modellisti: i lavoratori che costruiscono qualsiasi tipo di modello ed oggetti a mano in totale autonomia operativa;

- incassatori: i lavoratori che incassano qualsiasi tipo di pietra preziosa con il tipo di incassatura più idonea, su qualsiasi metallo prezioso, in oggetti di oreficeria e/o gioielleria in totale autonomia operativa;

- cesellatore, martellatore: i lavoratori che, in totale autonomia operativa ed organizzativa, con conoscenza degli stili e capacità anche di cesello e martellatura, eseguono il ciclo completo di costruzione di qualsiasi modello di elevata complessità, in relazione alla difficoltà delle forme da realizzare, eseguendo tutte le operazioni necessarie al banco ed alle macchine utensili, fornendo l'apporto della propria particolare e personale competenza per l'individuazione degli interventi atti ad adeguare il modello alle effettive esigenze di impiego, contribuendo, attraverso la segnalazione delle difficoltà riscontrate e degli interventi correttivi attuati, alla individuazione di soluzioni migliorative;

- ideatore e costruttore di catene: i lavoratori che, con l'apporto della propria specifica e personale esperienza, individuano modifiche al macchinari o a parti di essi, provvedendo nello stesso tempo ad ideazioni, adeguamenti o innovazioni del prodotto, nonché guidano, in totale autonomia operativa, più macchine per la produzione di più tipi di catena, di natura complessa, assicurando con le necessarie messe a punto, una notevole qualità di prodotto finito.


Impiegati di concetto, operai specializzati

- Lavoratori che, oltre a possedere tutte le caratteristiche indicate nella prima linea della declaratoria della 4a categoria, compiono con maggiore autonomia esecutiva e con l'apporto di particolare e personale competenza, operazioni su oggetti o apparati e attrezzature complessi che presuppongono la conoscenza della tecnologia specifica del lavoro e del funzionamento degli apparati stessi;

- lavoratori che, con specifica collaborazione, svolgono attività amministrative e tecniche caratterizzate da adeguata autonomia operativa nei limiti dei principi, norme o procedure valevoli per il campo d'attività in cui operano e che richiedono un diploma di scuola media superiore o corrispondente conoscenza ed esperienza;

- lavoratori che, con scelta della successione delle operazioni, delle modalità e dei mezzi d'esecuzione, eseguono, con l'interpretazione critica del disegno e/o dei modelli, qualsiasi lavoro d'elevato grado di difficoltà in relazione all'interpretazione stilistica, al ristretto campo di tolleranze, ai numerosi accoppiamenti e adattamenti da realizzare e al grado di finitura per la costruzione senza l'ausilio di sagome o di attrezzature equivalenti, il montaggio di oggetti, compresi i pezzi unici e prototipi, di metallo prezioso con componenti di gioielleria o in metallo prezioso di pari qualità e difficoltà, assicurando il grado di qualità richiesto. Tali lavoratori, inoltre, possono essere chiamati a svolgere compiti di guida e controllo di altri lavoratori;

- lavoratori che, in piena autonomia operativa, eseguono, con particolari capacità ed esperienza, lavori d'elevato grado di difficoltà in relazione alla forma particolarmente complessa ed alla salvaguardia delle caratteristiche strutturali, per la pulitura di qualsiasi oggetto, compresi i pezzi unici, di gioielleria o in metallo prezioso, di pari qualità e difficoltà, assicurando il grado di qualità richiesto. Tali lavoratori, inoltre, possono essere chiamati a svolgere compiti di guida e controllo di altri lavoratori;

- lavoratori che, con scelta della successione delle operazioni e delle modalità e dei mezzi d'esecuzione, eseguono, con l'interpretazione critica del disegno, qualsiasi lavoro d'elevato grado di difficoltà in relazione al ristretto campo di tolleranza, agli accoppiamenti da realizzare e al grado di finitura per la costruzione al tornio di forme o attrezzi anche in legno per la tornitura in lastra di pezzi di argenteria ovali in sotto squadra, realizzando anche i relativi prototipi e assicurando il grado di qualità richiesto;

- lavoratori che, con scelta delle successioni delle operazioni delle modalità e dei mezzi di esecuzione, procedendo in piena autonomia o con riferimento alle caratteristiche finali richieste dal processo, eseguono la composizione ed il controllo di bagni galvanici per l'argenteria, la doratura, la rodiatura, la passivazione, provvedendo alla definizione delle fasi di lavorazioni o dei relativi parametri con eventuale delibera funzionale;

- lavoratori che effettuano miniature su metalli preziosi, intendendosi per miniature non già la semplice deposizione di smalto utilizzando sedi preparate, ma la realizzazione con smalto di disegni (figure, animali, ecc.) senza sede predisposta;

- lavoratori che, unendo a notevoli capacità tecniche una elevata sensibili artistica, realizzano mediante incisione, figure complesse in piena autonomia;

- lavoratori che, con scelta della successione delle operazioni e delle modalità e dei mezzi di esecuzione eseguono con l'interpretazione critica del disegno e/o dei modelli qualsiasi lavoro di elevato grado di difficoltà in relazione all'interpretazione e realizzazione stilistica, alla particolare sensibilità artistica, al ristretto margine di tolleranza, ed al grado di finitura per la martellatura o la cesellatura su metalli preziosi assicurando il grado di qualità richiesta;

- lavoratori che, in totale autonomia incassano qualsiasi tipo di pietre preziose preparando le sedi, adattandole alla forma delle pietre stesse, su oggetti particolarmente complessi di oreficeria o gioielleria in cui il numero delle pietre e la loro collocazione richiedono la realizzazione di griffe multiple e operazioni di pari difficoltà;

- lavoratori che, con la scelta della successione delle operazioni dei mezzi e delle modalità di esecuzione e con l'interpretazione critica di disegni o schemi funzionali eseguono qualsiasi intervento di elevato grado di complessità, per l'individuazione o la valutazione dei guasti e la loro riparazione su apparecchiature e/o loro parti principali assicurando il grado di qualità richiesto e/o le caratteristiche funzionali prescritte per l'installazione e messa in servizio di macchine ed impianti elettrici e meccanici con eventuali delibere funzionali;

- lavoratori che, con scelta della successione delle operazioni e delle modalità e dei mezzi di esecuzione, effettuano con l'interpretazione critica del disegno qualsiasi operazione di elevato grado di difficoltà in relazione al ristretto campo di tolleranza, agli accoppiamenti da realizzare e al grado di finitura per la costruzione su banco o su macchine operatrici non attrezzate, o per il montaggio di attrezzature o macchinario o loro parti con eventuale delibera funzionale;

- lavoratori che, sulla base di istruzioni e con riferimento a schemi, eseguono disegni costruttivi di oggetti in metallo prezioso o di sottogruppi di uno studio d'assieme o di apparecchiature o attrezzature di equivalente complessità, definendo dimensioni quote, materiali tolleranze mediante l'uso di tabellari e/o norme di fabbricazione e/o metodi di calcolo e normalmente preparando la relativa distinta dei materiali;

- lavoratori che, in base alle istruzioni ricevute, svolgono funzioni amministrative relative alla raccolta ed all'esecuzione degli ordini, nei tempi e nei modi stabiliti, curando i rapporti con la clientela e, nell'ambito delle indicazioni ricevute, trattano affari anche collocando gli articoli nel mercato;

- lavoratori che, in base a istruzioni ed applicando procedure operative relative al sistema di programmazione della produzione adottano nell'ambito dello specifico campo di competenza e con riferimento al dati, alle parti, al mezzi, ai settori di produzione stabiliti dai programmi generali, definiscono con singoli programmi il carico e la alimentazione equilibrata delle macchine e degli impianti, i loro tempi di compimento intervenendo in caso di anomalie o di variazioni dei programmi; seguono lo stato di avanzamento delle lavorazioni ai fini del rispetto dei loro tempi di compimento; in caso di variazioni dei programmi generali partecipano alla ricerca di soluzioni atte alla riequilibratura dei propri programmi;

- lavoratori che, in autonomia, preparano leghe nelle diverse sfumature di colore, di proprietà meccaniche e metallurgiche;

- lavoratori che, in base alle istruzioni ed applicando procedure operative relative al sistema contabile adottato nell'ambito dello specifico campo di competenza, imputano, contabilizzando dati, sistemano, chiudono conti, elaborando situazioni preventive e/o consuntive.


4

Impiegati d'ordine, operai specializzati

- Lavoratori che compiono a regola d'arte e secondo le prescrizioni o indicazioni tecniche di lavorazione, tutti i lavori la cui specialità o complessità richiedono: adeguate cognizioni tecnico-pratiche, e conoscenze interpretative del disegno acquisite attraverso Istituti professionali di Stato o legalmente riconosciuti; oppure particolari capacità ed abilità corrispondenti alle cognizioni tecnico-pratiche conseguite mediante il necessario tirocinio o acquisite mediante la pratica esperienza nel lavoro;

- lavoratori che, con specifica collaborazione, svolgono attività di semplice coordinamento e controllo di carattere amministrativo o attività esecutive di particolare rilievo rispetto a quelle previste per la categoria precedente;

- lavoratori che, su macchine non attrezzate e con autonomia, realizzano decorazioni complesse su oggetti di oreficeria fissando i parametri di macchine e di attrezzatura;

- lavoratori che, in autonomia, eseguono con perizia operazioni complesse per l'esecuzione di semilavorati, secondo le specifiche di lavorazione, assicurando il grado di qualità richiesto;

- lavoratori che, operando su tutti i tipi di macchine per stampaggio, eseguono tutti gli interventi necessari per l'impegnativa messa a punto delle attrezzature e/o la sostituzione di attrezzi ed eseguono, in funzioni di ristrette tolleranze, l'adattamento dei parametri di lavorazione, effettuando il controllo delle operazioni eseguite;

- lavoratori che, sulla base di indicazioni, disegni o schemi equivalenti, eseguono lavori di natura complessa per il montaggio di oggetti di argenteria e/o oreficeria e/o gioielleria di particolare difficoltà;

- lavoratori che, con scelta della successione delle operazioni e dei mezzi di esecuzione, con autonomia di giudizio circa le modalità ed i punti di intervento, eseguono operazioni complesse per la pulitura di oggetti in metallo prezioso di particolare difficoltà;

- lavoratori che secondo procedure, metodi o indicazioni stabiliti eseguono lavori di elevata precisione e di natura complessa per la tornitura in lastra di oggetti di argenteria di particolare difficoltà;

- lavoratori che eseguono in autonomia tutte le operazioni di preparazione per la microfusione e le operazioni relative alla fusione o lavoratori che eseguono il taglio degli stampi in gomma;

- lavoratori che, secondo procedure o metodi prestabiliti procedono alla composizione ed al controllo dei bagni galvanici e di sgrassatura apportando correzioni e sostituzioni ed eseguono tutte le operazioni galvaniche ed accessorie conducendo i relativi impianti e controllando i tempi di esecuzione e la qualità del prodotto;

- lavoratori che effettuano miniature di semplice esecuzione su metalli, per la realizzazione con smalto di disegni (figure, animali, ecc.);

- lavoratori che compiono operazioni complesse di incisioni;

- lavoratori che eseguono sulla base di indicazioni, disegni o schemi equivalenti, lavori di elevata precisione e di natura complessa per la martellatura o cesellatura su metalli preziosi di oggetti di particolare difficoltà;

- lavoratori che su indicazioni generali compiono a mano operazioni complesse di incassatura, anche senza sedi predisposte;

- lavoratori che effettuano reintegri sulla base di indicazioni che partendo da formule di leghe già definite consentono, mediante calcoli semplici, di trasformare una lega in un'altra;

- lavoratori che sulla base di indicazioni, disegni o schemi equivalenti, procedono alla individuazione di guasti aventi carattere di variabilità e casualità ed eseguono lavori di elevata precisione e di natura complessa per la loro riparazione o per la manutenzione e messa a punto di macchine e impianti o per l'installazione, riparazione, controllo e messa in servizio di impianti meccanici ed elettrici;

- lavoratori che sulla base di dettagliate indicazioni, disegni o schemi equivalenti, eseguono lavori di elevata precisione e di natura complessa per la costruzione e il montaggio su banco o su macchine operatrici non attrezzate, di attrezzature, macchine o loro parti;

- lavoratori che, in base a precise istruzioni e documentazioni già esistenti, disegnano particolari semplici di oggetti su metallo prezioso o apportano semplici modifiche su disegni già esistenti riportando norme di valutazione e, se del caso, corredano il disegno con la relativa distinta materiali;

- lavoratori che, in autonomia, oltre ad effettuare complesse operazioni di pesatura di manufatti aziendali con l'ausilio di macchine elettroniche con la trascrizione dei relativi dati, svolgono operazioni di vendita al banco con i relativi conteggi e provvedono ad incassarne il prezzo, dispongono e curano personalmente l'esposizione e la sistemazione dei prodotti nei locali di vendita. Considerate le particolari caratteristiche del lavoro nelle imprese artigiane, al personale suddetto può essere richiesta una collaborazione nell'attività di produzione secondo le esigenze aziendali, tenuto conto anche della professionalità specifica del lavoratore e di quanto previsto dall'art. 2103 codice civile;

- lavoratori che, in base a precise istruzioni e seguendo le procedure operative relative al sistema contabile adottato nell'ambito dello specifico campo di competenza, rilevano, riscontrano, ordinano anche su moduli o secondo schemi preordinati, dati anche diversi, elaborando situazioni riepilogative o semplici computi, rendiconti e se del caso effettuano imputazioni di conto;

- lavoratori che compiono le operazioni relative alla consegna ed al ritiro del prodotto semilavorato e, in base a precise istruzioni, collocano sul mercato gli articoli trattati dall'impresa anche provvedendo alla loro diretta consegna;

- lavoratori che, in base a precise istruzioni e seguendo le procedure operative relative al sistema di programmazione della produzione, adottano nell'ambito dello specifico campo di competenza compilano rilevando le informazioni dalla distinta base e/o dai cicli di lavorazione, i documenti necessari all'approntamento dei materiali e/o all'avanzamento delle lavorazioni, elaborano le relative tabelle adeguandole in funzione della documentazione di ritorno e, se del caso, compilando i relativi diagrammi.


5

Impiegati d'ordine, operai qualificati

- Lavoratori qualificati che svolgono attività richiedenti una specifica preparazione risultante da diploma di qualifica di istituti professionali dopo il tirocinio previsto dalla legge vigente, o acquisita attraverso una corrispondente esperienza di lavoro o di apprendistato;

- lavoratori che, con specifica collaborazione, svolgono attività esecutive di natura amministrativa che richiedono in modo particolare preparazione e pratica di ufficio o corrispondente esperienza di lavoro;

- lavoratori che sulla base di dettagliate indicazioni eseguono operazioni di lapidatura di normale difficoltà su articoli in metalli preziosi;

- lavoratori che, sulla base di dettagliate indicazioni o cicli di lavorazione, e/o disegni, eseguono lavori di montaggio di normale difficoltà;

- lavoratori che eseguono le operazioni di laminazione o trafilatura;

- lavoratori che eseguono operazioni di fusione;

- lavoratori che secondo procedure o metodi prestabiliti eseguono operazioni complesse di pulitura su oggetti in metallo prezioso;

- lavoratori che sulla base di dettagliate indicazioni, secondo procedure o metodi prestabiliti, eseguono lavori di normale difficoltà per la tornitura in lastra di pezzi di argenteria e/o posateria;

- lavoratori che eseguono operazioni di estrazione di cere particolarmente complesse;

- lavoratori che secondo procedure e metodi prestabiliti eseguono tutte le operazioni di imbottitura delle lame ai manici di coltello, assicurando la perfetta qualità della centratura e della rettifica del punto di giunzione;

- lavoratori che conducono macchine per stampaggio eseguendo sostituzioni di attrezzi e le relative registrazioni effettuando, dove previsto, il controllo delle operazioni eseguite.

- lavoratori che secondo procedure o metodi prestabiliti eseguono tutte le operazioni galvaniche ed accessorie, conducendo i relativi impianti e controllando i tempi di esecuzione;

- lavoratori che eseguono operazioni di smaltatura completa nelle fasi su oggetti di metallo prezioso, con sede già predisposta;

- lavoratori che sulla base di dettagliate indicazioni e/o disegni eseguono semplici operazioni di incisione a mano;

- lavoratori che sulla base di dettagliate indicazioni o cicli di lavorazione e/o disegni eseguono semplici operazioni di martellatura o cesellatura su metalli preziosi;

- lavoratori che sulla base di dettagliate indicazioni compiono operazioni semplici di incassatura, su oggetti con sede già preparata;

- lavoratori che eseguono interventi di normale difficoltà per la riparazione e la manutenzione di macchine e impianti;

- lavoratori che sulla base di dettagliate indicazioni o disegni eseguono lavori di normale difficoltà per la costruzione o il montaggio su banco o su macchine operatrici normalmente non attrezzate di stampe o trance o attrezzi equivalenti o macchine e loro parti;

- lavoratori che, sulla base di procedure o metodi prestabiliti, eseguono normali operazioni per l'esecuzione di semilavorati, secondo le specifiche di lavorazione richieste;

- lavoratori che, secondo procedure stabilite, svolgono operazioni di vendita al banco con i relativi conteggi e provvedono ad incassare il relativo prezzo. Considerate le particolari caratteristiche del lavoro nelle imprese artigiane, al personale suddetto potrà essere richiesta una collaborazione nell'attività di produzione secondo le esigenze aziendali, tenuto conto anche della professionalità specifica del lavoratore e di quanto previsto dall'art. 2103 codice civile;

- lavoratori che, secondo procedure prestabilite e seguendo istruzioni dettagliate, svolgono nell'ambito dei settori amministrativi attività di servizio con compiti esecutivi quali ad esempio: Dattilografia/stenografia; Compilati vari di ufficio; Perforazione e verifica di schede meccanografiche; centralinista telefonico;

- lavoratori che sulla base di procedure prestabilite e seguendo istruzioni dettagliate, svolgono attività esecutive di natura amministrativa per la classificazione, il confronto, la trascrizione e la totalizzazione di dati su moduli e/o prospetti.


6

Impiegati d'ordine, operai comuni

- Lavoratori che eseguono attività per abilitarsi alle quali è sufficiente un periodo di pratica e non occorrono conoscenze professionali;

- lavoratori che coadiuvando i lavoratori di categoria superiore, eseguono lavori semplici e/o ausiliari su oggetti in metallo prezioso;

- lavoratori che coadiuvando lavoratori di categoria superiore eseguono operazioni semplici di laminazione o di trafilatura o di fusione o di smaltatura;

- lavoratori che eseguono con l'ausilio di macchine lavori ripetitivi per la pulitura di oggetti semplici, oppure lavoratori che eseguono la prepulitura di particolari di oggetti in metallo prezioso;

- lavoratori che eseguono attività semplici a carattere ripetitivo a telai di bruschiatura o sgrassatura o asciugatura o ossidatura;

- lavoratori che eseguono singole fasi di lavorazione della cera persa (iniezioni cere o estrazione cere o formazione grappoli o preparazione gessi);

- lavoratori che eseguono semplici operazioni per l'impiombatura dei coltelli;

- lavoratori che eseguono semplici operazioni di stampaggio su macchine attrezzate;

- lavoratori che coadiuvando il lavoratore di categoria superiore, eseguono in fase di studio lavori semplici di costruzione e/o di montaggio di attrezzature, di macchinari, di impianti o loro parti, oppure eseguono attività ausiliarie nell'attrezzamento di macchinari o in operazioni similari;

- lavoratori che coadiuvando i lavoratori di categoria superiore eseguono in fase di ausilio, lavori semplici di manutenzione e/o di riparazione di macchinari, apparecchi o impianti.



I lavoratori impiegati di 1° impiego, dopo un periodo di permanenza nella 6a categoria di 12 mesi comprensivi del periodo di prova, passeranno automaticamente al 5° livello professionale.

I lavoratori (operai) inquadrati nella 6a categoria dopo 24 mesi di permanenza nella stessa acquisiscono il livello retributivo della 5a categoria.


Mutamento, cumulo di mansioni e passaggio alla categoria superiore

Adibizione temporanea o saltuaria a mansioni di categoria superiore: spetta il compenso stabilito per la categoria stessa limitatamente al periodo in cui viene adibito a tale mansione.

Adibizione a mansioni di categoria superiore per oltre 6 mesi anche frazionati nell'arco di 3 anni: spetta il passaggio alla categoria superiore ove non sia giustificata dalla necessità di sostituire altro lavoratore assente con diritto alla conservazione del posto.

Adibizione contemporanea a mansioni di diverse categorie: compete la categoria corrispondente alla mansione superiore, sempreché quest'ultima abbia carattere di prevalenza o almeno di equivalenza rispetto alle mansioni espletate.

 

ASPETTI DELLA RETRIBUZIONE

 


□ Retribuzione mensile


·       Divisore orario: 173

·       Elementi della retribuzione tabellare: minimo contrattuale; contingenza; e.d.r. confederale.

·       Tirocinio: lavoratori assunti ex art. 22, legge n. 56/1987, percepiscono per sei mesi l'80% della retribuzione globale, al lordo delle ritenute previdenziali, prevista per il lavoratore inquadrato nel 5° livello.

·       Cottimo: le tariffe devono garantire un utile non inferiore al 5% del minimo di paga tabellare.



Variazioni retributive per le varie decorrenze


Quadri - Impiegati - Operai

Livelli

Retribuzione tabellare 30/6/2011

Retribuzione tabellare 1/7/2011

Retribuzione tabellare 1/1/2012

Retribuzione tabellare 1/9/2012

1.581,84

1.627,47

1.660,07

1.694,07

1.473,76

1.516,28

1.546,64

1.578,32

1.341,50

1.380,20

1.407,84

1.436,68

1.261,70

1.298,10

1.324,10

1.351,22

1.213,24

1.248,24

1.273,24

1.299,32

1.150,30

1.183,48

1.207,19

1.694,07


Scatti di anzianità

Maturazione: 5 scatti biennali.

Decorrenza: dal mese immediatamente successivo a quello di compimento del biennio; per gli apprendisti dal momento del passaggio di qualifica

Passaggio di livello: il lavoratore mantiene l'importo degli scatti già maturati che vengono rivalutati e ha diritto a maturare ulteriori scatti fino a raggiungere l'importo complessivo massimo suindicato.

A partire dal 7 ottobre 1998 il c.c.n.l. prevede due meccanismi diversi per il calcolo degli aumenti periodici di anzianità.

Lavoratori senza scatti al 7 ottobre 1998 importi: cat. 1: € 33,57, cat. 2: € 29,79, cat. 3: € 24,95, cat. 4: € 22,31, cat. 5: €  20,68, cat. 6: € 18,51.

Lavoratori che alla stessa data hanno già maturato scatti: il c.c.n.l. stabilisce un importo massimo maturabile.


Bilateralità

Dal 1° luglio 2010, le imprese non aderenti alla bilateralità e che non versano il relativo contributo devono erogare a ciascun lavoratore un importo forfetario pari a euro 25 lordi mensili per tredici mensilità, non assorbibili e corrisposto come elemento aggiuntivo della retribuzione (E.A.R.) che incide su tutti gli istituti retributivi di legge e contrattuali, compresi quelli indiretti o differiti, escluso il TFR.

Per gli apprendisti, l'importo va riproporzionato alla percentuale di retribuzione riconosciuta.


Indennità

Indennità di cassaspetta agli impiegati normalmente adibiti ad operazioni di cassa con carattere di continuità, con responsabilità per errori nella gestione nella misura del 6% di minimo e contingenza.


□ Arretrati e una tantum


Lavoratori in forza al 16 giugno 2011

Misura: importo forfettario di € 247 con riduzione proporzionale per i casi di servizio militare, congedo parentale, sospensioni di lavoro concordate, tempo parziale. Eventuali anticipazioni corrisposte in vista del rinnovo devono essere detratte dall'una tantum fino a concorrenza.

Corresponsione: in 2 rate pari a euro 124 a settembre 2011 e euro 123 ad aprile 2012.

Agli apprendisti è riconosciuto, con le stesse decorrenze, il 70% delle somme indicate.


□ Retribuzione ultramensile


Tredicesima mensilità

Corresponsione: in occasione del Natale

Misura: impiegati, una mensilità della retribuzione di fatto; operai, 173 ore.

Computo: sono utili le assenze dal lavoro per malattia e infortunio nell'ambito del periodo di comporto, congedo matrimoniale, assenze giustificate, gravidanza e puerperio.

Maturazione: per dodicesimi.

 

DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO

 

□ Prova


Livelli

Qualifica

Durata

1, 2, 2 bis, 3

Impiegati

3 mesi

 

Operai

7 settimane

4

Operai

6 settimane

5, 6

Operai

4 settimane


□ Orario di lavoro


Orario settimanale

40 ore distribuite normalmente su 5 giorni.


Turnisti

Ai turnisti spetta una pausa di 30 minuti retribuiti per la consumazione del pasto per ciascun turno.


Giorni festivi

Oltre a quanto previsto dalla legge sono considerati festivi la ricorrenza del Santo Patrono e i giorni  di riposo compensativo domenicale. Agli operai retribuiti non in misura fissa, a seguito del ripristino della festività dell’Epifania, spetta un’erogazione pari a 1 ora e 20 minuti.


Flessibilità

Per far fronte a variazioni di intensità dell'attività lavorativa, è possibile realizzare diversi regimi di orario in particolari periodi, con il superamento dell'orario contrattuale sino al limite delle 48 ore settimanali, per un massimo di 152 ore nell'anno. A fronte del superamento dell'orario contrattuale l'azienda corrisponderà, entro un periodo di sei mesi e in periodi di minore intensità produttiva, una pari entità di riposi compensativi. Per le ore prestate oltre le 40 ore settimanali spetta una maggiorazione del 10%.


□ Lavoro straordinario, notturno e festivo maggiorazioni


Le maggiorazioni sono da calcolare sulla quota oraria della retribuzione di fatto.


Tipologia della prestazione

Percentuale di maggiorazione

Lavoro straordinario

25%

Lavoro notturno non in turni

25%

Lavoro notturno in turni

15%

Lavoro festivo

45%

Lavoro festivo con riposo compensativo

8%

Lavoro straordinario notturno (oltre le 8 ore)

55%

Lavoro straordinario festivo (oltre le 8 ore)

45%

Lavoro straordinario nella giornata di sabato (orario normale su 5 giorni):

 

- prime 3 ore

25%

- ore successive

50%


Le maggiorazioni non sono cumulabili tra loro.

Lavoro straordinario limiti: 2 ore giornaliere, 10 ore settimanali, 230 ore annue per ciascun lavoratore che possono essere recuperate nella misura del 20% quale riposo compensativo non retribuito da fruire nel corso di ogni singolo trimestre.

Lavoro notturno definizione: il lavoro svolto dalle 22 alle 6. 


□ Ferie e permessi annui


Ferie

- operai: 4 settimane (= 160 ore)

- impiegati con anzianità fino a 18 anni: 4 settimane

- impiegati con anzianità oltre 18 anni: 4 settimane e 5 giorni

Le festività che cadono durante il periodo di ferie ne determinano il prolungamento o danno luogo alla relativa indennità


Festività soppresse

A fronte delle ex festività spettano 32 ore di permesso retribuito, da godere entro il 31 gennaio successivo all'anno di maturazione o pagati con la retribuzione globale di fatto in atto al momento della loro scadenza


Riduzione orario di lavoro (ROL)

È pari a 16 ore annue e matura per dodicesimi (valgono solo le frazioni di mese superiori a 15 giorni). Al singolo lavoratore che osservi un regime di flessibilità superiore alle 40 ore, per l'anno in cui viene effettuata la flessibilità, sono riconosciute ulteriori 8 ore.


Banca ore

Il ccnl prevede una flessibilità individuale, in base alla quale possono essere recuperate tutte le ore di straordinario, compresa la traduzione in quantità oraria delle maggiorazioni spettanti, sotto forma di riposi; in tal caso  al lavoratore spetta un’ulteriore quantità di ore di permesso retribuito pari al 5% delle ore accumulate. Il monte ore eventualmente non ancora recuperato entro 12 mesi va liquidato con la retribuzione in atto alla scadenza. Qualora il monte ore accumulato raggiunga le 120 ore complessive, deve essere parzialmente o totalmente ridimensionato secondo un programma da concordarsi tra le parti.


□ Assenze


Malattia

Impiegati 

- comporto: 6 mesi per anzianità fino a 5 anni e 8 mesi per anzianità superiori (nel caso di più malattie, la conservazione del posto è garantita per 10 mesi nell'arco dei 24 precedenti)

- trattamento economico: 

a) anzianità fino a 5 anni: primi 2 mesi, 100%, successivi 4 mesi, 50%;

b) anzianità oltre 5 anni: primi 3 mesi, 100%, successivi 5 mesi, 50%;

Operai

- comporto: 9 mesi (nel caso di più malattie, la conservazione del posto è garantita per 10 mesi nell'arco dei 24 precedenti)

- trattamento economico complessivo: dal 4° al 150° giorno, 100% della retribuzione. Per malattie di durata superiore ai 7 giorni, l'integrazione al 100% spetta dal 1° giorno di assenza.


Infortunio sul lavoro

Impiegati 

- comporto: in caso di malattia professionale per un periodo pari a quello per il quale l'Inail corrisponde l'indennità, in caso di infortunio fino alla guarigione clinica.

- trattamento economico: 

a) anzianità fino a 5 anni: primi 2 mesi, 100%, successivi 4 mesi, 50%;

b) anzianità oltre 5 anni: primi 3 mesi, 100%, successivi 5 mesi, 50%;

Operai

- comporto: in caso di malattia professionale per un periodo pari a quello per il quale l'Inail corrisponde l'indennità, in caso di infortunio fino alla guarigione clinica.

- trattamento economico complessivo: dal primo giorno e sino a guarigione clinica, 100% della normale retribuzione.


Maternità

Per il periodo di astensione obbligatoria, integrazione fino al 100% della retribuzione di fatto netta. 


Congedo matrimoniale

15 giorni consecutivi retribuiti


Diritto allo studio

Aziende che occupano almeno 5 dipendenti: 150 ore "pro capite" per triennio godibili anche in un solo anno fino ad esaurimento del monte-ore aziendale e sempreché il corso si svolga per un numero di ore almeno doppio di quelle richieste come permesso retribuito.

Possono assentarsi nel triennio: un lavoratore nelle aziende da 6 a 10 dipendenti; due lavoratori nelle aziende da 11 a 20 dipendenti; tre lavoratori nelle aziende da 21 dipendenti e oltre.


Lavoratori studenti

Hanno diritto a permessi retribuiti per ogni giorno di esame e a 20 ore l'anno retribuite per la preparazione.


Congedi per la formazione 

Nel caso di utilizzo di congedi non retribuiti per la formazione possono assentarsi contemporaneamente: un lavoratore nelle aziende fino a 3 dipendenti (esclusi apprendisti e lavoratori con contratto di inserimento); un lavoratore ogni 3 o frazione nelle altre aziende.

Il congedo è fruito per un periodo minimo continuativo pari ad un mese coincidente con il mese solare.

Per frequentare corsi di aggiornamento professionale si può utilizzare un monte ore di 25 ore annue.


□ Lavoro a tempo parziale


Clausole flessibili ed elastiche

Per l’attivazione è richiesto un preavviso di almeno 5 giorni lavorativi, mentre in caso di oggettivi e comprovati gravi motivi familiari e/o personali, il lavoratore può chiedere il ripristino della prestazione originaria previo preavviso di almeno 7 giorni lavorativi.

Le variazioni della collocazione temporale della prestazione e le variazioni in aumento della durata della prestazione comportano, per il periodo in cui le variazioni stesse vengono effettuate, una maggiorazione dei 10%.

Lavoro supplementare e straordinario dal 1° gennaio 2013

E’ consentito nel limite del 50% del normale orario di lavoro ed è compensato con la maggiorazione del 10% per le ore svolte nei limiti delle 8 ore giornaliere e delle 40 ore settimanali.

Per le ore svolte oltre i suddetti limiti compete una maggiorazione della retribuzione pari a quella prevista per il lavoro straordinario.


□ Contratto a tempo determinato


E’ consentita:

- nelle imprese da 0 a 4 dipendenti, così come sopra calcolati, fino a 2 lavoratori;

- nelle imprese da 5 a 10 dipendenti, così come sopra calcolati, fino a 4 lavoratori;

- nelle imprese con più di 10 dipendenti, così come sopra calcolati, è consentita l'assunzione di un lavoratore con rapporto a tempo determinato ogni due, con arrotondamento all'unità superiore. 


□ Apprendistato professionalizzante


Rapporti di lavoro instaurati successivamente al 16 giugno 2011.

Periodo di prova: non superiore ai 2 mesi.

Durata massima:


- 1° Gruppo (Cat. 1ª, 2ª, 3ª)

durata: 5 anni e 6 mesi;

- 2° Gruppo (Cat. 4ª, 5ª)

durata: 5 anni;


Eventuali contratti di apprendistato relativi alla 6ª Categoria, in essere al 16 giugno 2011, continuano a svolgere i propri effetti fino alla loro naturale scadenza.

Per i contratti di apprendistato professionalizzante stipulati dal 16 giugno 2011 la durata, nella parte finale del periodo, è ridotta di 6 mesi se l'apprendista è in possesso di un titolo di studio post-obbligo attinente alla qualifica da raggiungere; 12 mesi se in possesso di una laurea attinente.

La medesima riduzione è riconosciuta ai lavoratori che abbiano svolto presso la stessa impresa un periodo di stage o tirocinio di formazione e orientamento al lavoro di almeno 6 mesi.

La retribuzione dell'apprendista è determinata dall'applicazione delle percentuali sottoriportate sulla Retribuzione tabellare della corrispondente categoria (o livello) da raggiungere al termine del periodo di apprendistato.

Progressione della retribuzione:


Gruppi

I sem

II sem

III sem

IV sem

V sem

VI sem

VII sem

VIII sem

IX sem

X sem

XI sem

70%

70%

75%

78%

80%

85%

88%

92%

95%

100%

100%

70%

70%

75%

78%

80%

85%

88%

92%

100%

100%

 

Ferie: periodo pari a quello previsto rispettivamente per gli operai e per gli impiegati.

Gratifica Natalizia – Tredicesima: 173 ore di retribuzione.

Trattamento economico per malattia ed infortunio: compete quanto previsto rispettivamente per gli operai e per gli impiegati.


□ Contratto di inserimento


Periodo di conservazione del posto per malattia o infortunio non sul lavoro: giorni novanta, da computarsi per sommatoria nel caso di più periodi di assenza. Nell'ambito di detto periodo l'azienda eroga un trattamento economico eguale a quello spettante per i dipendenti inquadrati nella medesima categoria (operai e impiegati).


□ Lavoro a domicilio

Non disciplinato.


□ Somministrazione di lavoro

Non disciplinato


□ Lavoro stagionale

Non disciplinato


□ Lavoro intermittente

Non disciplinato


□ Telelavoro

Non disciplinato


□ Lavoro ripartito

Non disciplinato


□ Estinzione del rapporto


Preavviso


Qualifiche

Anzianità di servizio

Categorie

Durata

Impiegati

- fino a 5 anni

1, 2

1 mese e ½

   

3, 4, 5, 6

1 mese 

 

- da 5 a 10 anni

1, 2

2 mesi

   

3, 4, 5, 6

1 mese e ½ 

 

- oltre 10 anni

1, 2

2 mesi e ½

   

3, 4, 5, 6

2 mesi 

       

Operai

- fino a 5 anni

 

6 giorni

 

- oltre 5 fino a 10 anni

 

8 giorni

 

- oltre 10 anni

 

10 giorni


Il preavviso ha la stessa durata sia in caso di licenziamento che di dimissioni.

Per gli impiegati il preavviso decorre dalla metà o dalla fine di ciascun mese, per gli operai in qualunque giorno della settimana.


Trattamento di fine rapporto

Il ccnl esclude espressamente dalla base di calcolo del t.f.r. le quote di retribuzione (e relative maggiorazioni) afferenti alle prestazioni effettuate oltre il normale orario di lavoro.

 

 

 





Segnala su OK Notizie!Reddit!Del.icio.us! Facebook!
 
faccialibrodef.jpg



mod_vvisit_countervisite oggi3217
mod_vvisit_counterDal 12/06/0914908575

domiciliazioniprevprof.jpg

      SCAPPO IN BRASILE...
       www.ideabrasile.it

bannerprevprof.jpg

 

cerca ancora nel sito

Ricerca personalizzata

Cerca Professionisti