Il portale della previdenza dei professionisti

logo-old.png
jfw_prefett_500x64_small.gif
Home arrow Ricerca Giuridica arrow CCNL vetro industria
CCNL vetro industria

● Fonti di riferimento

c.c.n.l. 29 novembre 2002 

accordo 4 maggio 2007 rinnovo

accordo 17 luglio 2008 II biennio economico


● Parti stipulanti 

ASSOVETRO e Filcem-Cgil, Femca-Cisl, Uilcem-Uil


● Decorrenza e durata

1º agosto 2008 - 31 agosto 2010


● Campo di applicazione

Aziende che producono vetro a macchina, a mano, a soffio; decorano, lavorano e posano in opera vetri, cristalli e specchi, effettuano la lavorazione di fiale, siringhe, termometri e densimetri, producono apparecchi per uso scientifico e sanitario, articoli di vetro per addobbi in genere e simili, nonchè alle aziende che trasformano lastre di vetro e di cristallo in vetro e cristallo temperato, accoppiato, stratificato, unito al perimetro e di sicurezza in genere.

 

INQUADRAMENTO DEI LAVORATORI

 

Prime lavorazioni del vetro Settori meccanizzati


Categoria

Posizione organizzativa

Qualifica

Declaratorie contrattuali

A

A1

Quadri

- Lavoratore al quale sono attribuite, con carattere di continuità, autonome funzioni direttive che implicano la responsabilità, il coordinamento ed il controllo di unità organizzative di notevole importanza e complessità con elevata discrezionalità di poteri al fine dello sviluppo e realizzazione degli obiettivi aziendali, nonché il lavoratore al quale sono attribuite funzioni specialistiche di rilevanza fondamentale equivalenti in termini di ampiezza, natura ed autonomia ai fini dello sviluppo e della realizzazione degli obiettivi dell'impresa.

- Lavoratore al quale sono attribuite, con carattere di continuità, autonome funzioni direttive che implicano la responsabilità, il coordinamento ed il controllo di unità organizzative importanti e complesse con discrezionalità di poteri per l'attuazione degli obiettivi aziendali ovvero il lavoratore con funzioni specialistiche di elevato livello equivalente per ampiezza, natura ed autonomia ai fini dello sviluppo e della realizzazione degli obiettivi aziendali.


A

A2

Quadri

B

B1

Impiegati

- Lavoratore che in possesso di competenze professionali elevate ed adeguata specializzazione svolge con discrezionalità di poteri, autonomia e facoltà di iniziativa funzioni direttive che possono prevedere la gestione sia di unità organizzative che di gruppi di lavoro oppure di pluralità di discipline in ambiti organizzativi complessi.

- Lavoratore che nell'ambito amministrativo, tecnico e commerciale svolge con discrezionalità di poteri e facoltà d'iniziativa funzioni direttive per l'attuazione delle disposizioni aziendali nonché il lavoratore con funzioni di livello equivalente per ampiezza e natura per le quali è richiesta particolare competenza professionale.


B

B2

Impiegati

C

C1

Intermedi

- Lavoratore che, in possesso di particolari ed approfondite conoscenze in campo tecnico, amministrativo o commerciale accompagnate da rilevante specifica esperienza, svolge con ampia autonomia operativa nell'ambito dei propri compiti, importanti mansioni di concetto che possono anche implicare la conduzione ed il coordinamento di unità organizzate.

- Lavoratore che, in possesso di capacità tecniche particolarmente elevate nel settore della manutenzione, esercita, in condizioni di autonomia operativa nell'ambito dei propri compiti e con ampio potere di iniziativa, la guida, il controllo ed il coordinamento di squadre di lavoratori.


C

C2

Impiegati

C

C3

Operai

D

D1

Impiegati, intermedi, operai

- Lavoratori impiegati che, in condizioni di autonomia operativa, svolgono mansioni esecutive tecnico amministrative o commerciali di contenuto complesso, che richiedono un’approfondita preparazione professionale e una considerevole esperienza di lavoro specifica nonché i lavoratori che svolgono mansioni di concetto che comportano iniziativa e autonomia operativa nell'ambito del proprio lavoro, mansioni per le quali si richiede una particolare e specifica conoscenza tecnica od amministrativa comunque acquisita.

- Lavoratori con qualifica speciale il cui compito consiste nella guida, coordinamento controllo di un gruppo di lavoratori con apporto di competenza tecnico pratica nonché i lavoratori che, con potere di iniziativa in rapporto alla condotta ed ai risultati della lavorazione, svolgono compiti di guida, controllo e coordinamento di un gruppo di lavoratori.

- Lavoratori operai che, in autonomia operativa, compiono a regola d'arte lavori particolarmente difficoltosi od eseguono operazioni particolarmente complesse, richiedenti notevoli conoscenze tecniche acquisite con specifica preparazione professionale nonché i lavoratori con approfondita preparazione ed elevata competenza professionali accompagnate da notevole esperienza acquisita nell'esercizio della mansione ed eventualmente in possesso di diploma tecnico professionale che svolgono in condizioni di autonomia operativa operazioni di rilevante delicatezza e complessità ed effettuano interventi che risultino risolutivi per l'ottimale funzionamento degli impianti e/o apparecchiature, coordinando all’occorrenza altri lavoratori.


D

D2

Impiegati, intermedi, operai

D

D3

Operai

E

E1

Impiegati, operai

- Lavoratori impiegati che svolgono semplici mansioni d'ufficio che richiedono una generica preparazione professionale nonché i lavoratori che svolgono mansioni esecutive che richiedono un'adeguata preparazione professionale comunque acquisita.

- Lavoratori con qualifica speciale che svolgono mansioni particolari di fiducia o responsabilità che non stano normalmente attribuite agli altri addetti della qualifica operai.

- Lavoratori operai che compiono lavori od operazioni che richiedono il possesso di adeguate capacità pratiche e normali conoscenze tecniche nonché i lavoratori che, nel rispetto degli standards fissati, compiono lavori od operazioni le cui complessità o difficoltà richiedono specifiche conoscenze tecniche e particolari capacità pratiche nonché i lavoratori che in possesso di approfondita conoscenza eseguono sulle linee di produzione controlli qualitativi con riferimento alle normative sulla certificazione.


E

E2

Impiegati, intermedi, operai

E

E3

Operai

F

F1

Operai

Lavoratori operai che svolgono mansioni, lavori ed operazioni che richiedono generiche conoscenze professionali e capacità pratiche.



Mutamento, cumulo di mansioni e passaggio alla categoria superiore

Al lavoratore, al quale nell'ambito della categoria di appartenenza vengano affidate mansioni relative ad una o più posizioni organizzative, è riconosciuta la posizione organizzativa superiore purché lo svolgimento delle mansioni relative a quest'ultima abbia carattere di prevalenza e avvenga con normale continuità.

Il lavoratore adibito continuativamente a mansioni relative ad una diversa posizione organizzativa passa, a tutti gli effetti nella nuova posizione organizzativa dopo 2 mesi se disimpegni mansioni di cui ai gruppi 2) e 3) e 3 mesi se disimpegni mansioni di cui al gruppo 1). Nel caso di passaggio ad una posizione organizzativa inferiore, sarà mantenuta l'indennità di posizione organizzativa di provenienza.

L'effettuazione di mansioni relative ad una posizione organizzativa diversa da quella di originario inquadramento non da luogo al passaggio di posizione quando è motivata da sostituzione di altro lavoratore assente con diritto alla conservazione del posto, nel qual caso:

- l'effettuazione di mansioni relative ad una posizione organizzativa superiore comporta il riconoscimento della differenza fra le relative indennità di posizione organizzativa per il periodo relativo alla loro effettuazione;

- l'effettuazione di mansioni relative alla posizione organizzativa inferiore comporta il mantenimento dell'indennità di posizione organizzativa di provenienza .


Seconde lavorazioni del vetro Settori meccanizzati


Livello

Declaratorie contrattuali

8°A

Lavoratori (gruppo 1 quadri) ai quali sono attribuite, con carattere di continuità , autonome funzioni direttive che implicano la responsabilità, il coordinamento ed il controllo di più unità organizzative di notevole importanza e complessità con elevata discrezionalità di poteri al fine dello sviluppo e realizzazione degli obiettivi aziendali, nonché i lavoratori ai quali sono attribuite funzioni specialistiche di rilevanza fondamentale equivalenti in termini di ampiezza, natura e autonomia ai fini dello sviluppo e della realizzazione degli obiettivi dell'impresa.


Lavoratori (gruppo 1, quadri) ai quali sono attribuite, con carattere di continuità, autonome funzioni direttive che implicano la responsabilità, il coordinamento ed il controllo di unità organizzative importanti e complesse con discrezionalità di poteri per l'attuazione degli obiettivi aziendali ovvero i lavoratori con funzioni specialistiche di elevato livello equivalente per ampiezza, natura ed autonomia ai fini dello sviluppo e della realizzazione degli obiettivi aziendali.


Lavoratori (gruppo 1) che nell'ambito amministrativo, tecnico e commerciale svolgono con discrezionalità di poteri e facoltà d'iniziativa funzioni direttive per l'attuazione delle disposizioni aziendali nonché i lavoratori con funzioni di livello equivalente per ampiezza e natura per le quali è richiesta particolare competenza professionale.


6°A

Lavoratori (gruppo 1) che, in possesso di particolari e approfondite conoscenze in campo tecnico, amministrativo o commerciale accompagnate da rilevante e specifica esperienza, svolgono con ampia autonomia operativa nell’ambito dei compiti loro attribuiti, importanti mansioni di concetto che possono implicare anche la conduzione ed il coordinamento di unità organizzate.


Lavoratori (gruppo 1) che svolgono mansioni di concetto che comportano iniziativa e autonomia operativa nell'ambito del proprio lavoro, mansioni per le quali si richiede una particolare e specifica conoscenza tecnica od amministrativa comunque acquisita.


Lavoratori (gruppo 1) che, in condizioni di autonomia operativa, svolgono mansioni esecutive tecnico amministrative o commerciali di contenuto complesso, che richiedono un'approfondita preparazione professionale e una considerevole esperienza di lavoro specifica.


- Lavoratori (gruppo 1) che svolgono mansioni esecutive che richiedono un'adeguata preparazione professionale comunque acquisita.

- Lavoratori (gruppo 2) che svolgono mansioni particolari di fiducia o responsabilità che non siano normalmente attribuite agli altri addetti.

- Lavoratori (gruppo 3) che, nel rispetto degli standards fissati, compiano lavori od operazioni le cui complessità o difficoltà richiedono specifiche conoscenze tecniche e particolari capacità pratiche.


- Lavoratori (gruppo 1) che svolgono semplici mansioni d'ufficio che richiedono una generica preparazione professionale.

- Lavoratori (gruppo 3) che compiono lavori od operazioni che richiedono il possesso di adeguate capacità pratiche e normali conoscenze tecniche.


Lavoratori che compiono lavori od operazioni che richiedono normali conoscenze pratiche e che compiono lavori manuali semplici.



Settori a soffio, a mano e con macchine semiautomatiche  Settori non meccanizzati


La distinzione tra i quadri, impiegati, qualifiche speciali e operai viene mantenuta agli effetti di tutte le norme (legislative, regolamentari, contrattuali ecc.) che prevedono un trattamento differenziato o che comunque fanno riferimento a tali qualifiche.

Ai fini suddetti, il collegamento fra l'inquadramento ed il trattamento normativo e il seguente:

Gruppo 1) - Quadro e qual. impiegatizia: 9° livello, 8° livello, 7° livello, 6° livello, 5° livello, 4° livello, 3° livello, 2° livello;

Gruppo 2) - Qual. Speciale: 6° livello, 5° livello, 4° livello, 3° livello;

Gruppo 3) - Qual. operaia: 8° livello, 7° livello, 6° livello, 5° livello, 4° livello, 3° livello, 2° livello, 1° livello.


Livello

Declaratorie contrattuali

9°A

Lavoratori (gruppo 1, quadri) ai quali sono attribuite, con carattere di continuità , autonome funzioni direttive che implicano la responsabilità , il coordinamento ed il controllo di più unità organizzative di notevole importanza e complessità con elevata discrezionalità di poteri al fine dello sviluppo e realizzazione degli obiettivi aziendali, nonché i lavoratori ai quali sono attribuite funzioni specialistiche di rilevanza fondamentale equivalenti in termini di ampiezza, natura e autonomia ai fini dello sviluppo e della realizzazione degli obiettivi dell'impresa.


Lavoratori (gruppo 1, quadri) ai quali sono attribuite, con carattere di continuità, autonome funzioni direttive che implicano la responsabilità, il coordinamento ed il controllo di unità organizzative importanti e complesse con discrezionalità di poteri per l'attuazione degli obiettivi aziendali ovvero i lavoratori con funzioni specialistiche di elevato livello equivalente per ampiezza, natura ed autonomia ai fini dello sviluppo e della realizzazione degli obiettivi aziendali.


8°A

Lavoratori (gruppo 3) che, in possesso di elevata capacità professionale, con spiccate doti creative e sensibilità artistica, realizzano articoli di particolare pregio e singolare maestria, guidando, controllando e coordinando un gruppo di operai (piazza).


8

I lavoratori (gruppo 1) che nell'ambito amministrativo, tecnico e commerciale svolgono con discrezionalità di poteri e facoltà di iniziativa funzioni direttive per l'attuazione delle disposizioni aziendali nonché i lavoratori con funzioni di livello equivalente per ampiezza e natura per le quali è richiesta particolare competenza professionale.


Lavoratori (gruppo 3) che in possesso di notevole capacità tecnica e professionale, derivata da comprovata esperienza acquisita nell'intera gamma delle lavorazioni, coordinando, guidando e controllando un gruppo di lavoratori (piazza) realizza articoli di difficile fattura aperti a mano, soffiati o modellati a caldo con il particolare sistema di lavorazione definito a "mano volante".


Lavoratori (gruppo 1) che svolgono mansioni di concetto che comportano iniziativa e autonomia operativa nell'ambito del proprio lavoro, mansioni per le quali si richiede una particolare e specifica conoscenza tecnica od amministrativa comunque acquisita.


Lavoratori (gruppo 1) che, in condizioni di autonomia operativa, svolgono mansioni esecutive tecnico amministrative o commerciali di contenuto complesso, che richiedono un'approfondita preparazione professionale e una considerevole esperienza di lavoro specifica.


Lavoratori (gruppo 1) che svolgono mansioni esecutive che richiedono un'adeguata preparazione professionale comunque acquisita.


- Lavoratori (gruppo 1) che svolgono semplici mansioni di ufficio che richiedono una generica preparazione professionale.

- Lavoratori (gruppo 3) che compiono lavori od operazioni che ne chiedono il possesso di adeguate capacità pratiche e normali conoscenze tecniche.


Lavoratori (gruppo 3) che compiono lavori ed operazioni che richiedono normali conoscenze pratiche e che eseguono interventi manuali specifici.


Lavoratori (gruppo 3) che compiono lavori ed operazioni che richiedono normali conoscenze pratiche e che compiono lavori manuali semplici.



Mutamento, cumulo di mansioni e passaggio alla categoria superiore

Nel caso di assegnazione provvisoria a mansioni corrispondenti al livello di quadro che non sia avvenuta in sostituzione di lavoratori assenti con diritto alla conservazione del posto, l'attribuzione della qualifica di quadro sarà effettuata trascorso un periodo di 5 mesi.

Ai lavoratori di cui al gruppo 3) che sono assegnati con carattere di continuità all'esplicazione di mansioni di diversi livelli, sarà attribuito il livello corrispondente alla mansione superiore sempre che quest'ultima abbia almeno carattere di equivalenza di tempo.

Al lavoratore che sia destinato a compiere mansioni rientranti nel livello superiore, dovrà essere corrisposta la retribuzione contrattuale inerente al predetto livello superiore.

Il lavoratore che disimpegni continuativamente mansioni superiori al proprio livello ha diritto al passaggio definitivo al livello superiore, salvo le eccezioni di cui al penultimo comma:

- decorsi 2 mesi se disimpegni mansioni proprie dei lavoratori di cui ai gruppi 2) e 3);

- decorsi 3 mesi se disimpegni mansioni proprie dei lavoratori di cui al gruppo 1) - qualifica impiegatizia.

Per i lavoratori di cui al gruppo 1) - qualifica impiegatizia - agli effetti del passaggio di livello previsto dal presente articolo, l'anzidetto periodo di tre mesi potrà anche non essere svolto continuativamente, purché, entro otto mesi dall'inizio del mutamento delle mansioni, venga compiuto nella nuova mansione un periodo continuativo di mesi due e questo sia completato con ulteriori periodi comunque non inferiori ciascuno a giorni sei.


Il passaggio di livello non può aver luogo nei casi in cui le mansioni in livello superiore sono esplicate in sostituzione di altro lavoratore assente con diritto alla conservazione del posto, salvo il caso di mancata riammissione del lavoratore sostituito nelle sue precedenti mansioni.

Per i lavoratori di cui al gruppo 1) - qualifica impiegatizia - la disciplina di cui al precedente comma si applica anche nel caso di sostituzione per trasferta, a condizione che l'assenza per quest'ultimo motivo non superi il periodo di un anno.

 

ASPETTI DELLA RETRIBUZIONE

 

□ Retribuzione mensile


·       Divisore orario: 173, 175 per i discontinui già con orario normale di 42 ore settimanali, 186 per i discontinui già con orario normale di 45 ore settimanali, 208 per i discontinui già con orario normale di 50 ore settimanali.

·       Retribuzione mensile: retribuzione minima tabellare (composta da minimo tabellare più indennità di posizione organizzativa nelle aziende delle prime lavorazioni del vetro - settori meccanizzati), scatti di anzianità, eventuale elemento retributivo individuale, eventuali super minimi, indennità di contingenza (per le aziende delle seconde lavorazioni del vetro e per le aziende della produzione del vetro a mano, a soffio e con macchine semiautomatiche).

·       Cottimo: le tariffe di cottimo devono garantire un utile non inferiore al 12% degli importi costituiti da: per le aziende delle prime lavorazioni del vetro, settori meccanizzati: minimi di paga base (dedotti gli importi di contingenza conglobata al 29 maggio 2001) e indennità di posizione organizzativa; per le aziende delle seconde lavorazioni del vetro e per quelle della produzione del vetro a soffio a mano e con macchine semiautomatiche: minimi di paga base

·       Indennità di funzione: è interamente assorbibile dal superminimo individuale



Variazioni retributive per le varie decorrenze


Settori meccanizzati (prime lavorazioni del vetro)


Categorie

Minimo 1/2/2008

Minimo 1/8/2008

Minimo 1/4/2009

Minimo 1/4/2010

IPO 1/2/2008

IPO 1/8/2008

IPO 1/4/2009

IPO 1/4/2010

E.D.R.

Indennità di funzione

A2

1.896,69

1.954,89

1.998,54

2.042,19

40,78

42,52

43,82

45,12

10,33

40,00

A1

1.896,69

1.954,89

1.998,54

2.042,19

-

-

-

-

10,33

40,00

B2

1.745,90

1.797,73

1.836,60

1.875,47

42,09

43,54

44,63

45,71

10,33

-

B1

1.745,90

1.797,73

1.836,60

1.875,47

-

-

-

-

10,33

-

C2

1.590,16

1.635,62

1.669,71

1.703,80

27,22

28,38

29,25

30,12

10,33

-

C1

1.590,16

1.635,62

1.669,71

1.703,80

-

-

-

-

10,33

-

D3

1.428,92

1.467,72

1.496,82

1.525,92

125,80

131,01

134,92

138,83

10,33

-

D2

1.428,92

1.467,72

1.496,82

1.525,92

90,95

94,71

97,53

100,36

10,33

-

D1

1.428,92

1.467,72

1.496,82

1.525,92

-

-

-

-

10,33

-

E3

1.277,17

1.309,60

1.333,92

1.358,24

116,36

120,99

124,46

127,95

10,33

-

E2

1.277,17

1.309,60

1.333,92

1.358,24

89,18

92,94

95,76

98,60

10,33

-

E1

1.277,17

1.309,60

1.333,92

1.358,24

-

-

-

-

10,33

-

F1

1.197,32

1.226,28

1.248,00

1.269,72

-

-

-

-

10,33

-


Settori della trasformazione (seconde lavorazioni del vetro)


Livelli

Minimo 1/2/2008

Minimo 1/8/2008

Minimo 1/4/2009

Minimo 1/4/2010

Indennità di contingenza

Superminimo

E.D.R.

8 A

1.405,22

1.465,16

1.510,11

1.555,06

532,25

-

10,33

8

1.364,58

1.422,78

1.466,43

1.510,08

532,11

-

10,33

7

1.217,77

1.269,60

1.308,47

1.347,34

528,14

-

10,33

6 A

1.093,84

1.140,46

1.175,42

1.210,38

523,53

-

10,33

6

1.067,87

1.113,33

1.147,42

1.181,52

522,29

-

10,33

5 A

1.032,97

1.076,98

1.109,99

1.143,00

521,76

-

10,33

5

998,11

1.040,67

1.072,59

1.104,52

521,76

-

10,33

4

910,06

948,86

977,96

1.007,06

518,86

-

10,33

3

849,24

885,43

912,58

939,73

517,12

-

10,33

2

762,22

794,65

818,97

843,29

514,95

-

10,33

1

679,55

708,51

730,23

751,94

512,61

5,16

10,33


Settori a soffio, a mano e con macchine semiautomatiche


Livelli

Minimo 1/2/2008

Minimo 1/8/2008

Minimo 1/4/2009

Minimo 1/4/2010

Indennità di contingenza

Superminimo

E.D.R.

9 A

1.405,22

1.465,16

1.510,11

1.555,06

532,25

-

10,33

9

1.364,58

1.422,78

1.466,43

1.510,08

532,11

-

10,33

8 A

1.229,49

1.281,90

1.321,29

1.360,51

528,17

-

10,33

8

1.217,78

1.269,61

1.308,48

1.347,35

528,14

-

10,33

7

1.067,87

1.113,33

1.147,42

1.181,52

523,15

-

10,33

6

1.006,73

1.049,58

1.081,72

1.113,86

521,61

-

10,33

5

917,44

956,53

985,85

1.015,16

518,77

-

10,33

4

844,75

880,65

907,58

934,51

516,88

-

10,33

3

787,68

821,27

846,46

871,65

515,22

-

10,33

2

733,97

765,24

788,69

812,15

514,04

-

10,33

1

679,55

708,51

730,23

751,94

512,61

5,28

10,33


Scatti di anzianità

Maturazione: 5 scatti biennali.

Decorrenza: dal mese immediatamente successivo a quello di compimento del biennio.

Passaggio alla categoria superiore: l’importo degli scatti già maturati viene conservato e il lavoratore ha diritto a maturare tanti altri scatti fino a raggiungere il numero massimo suindicato.

Importi: per le aziende delle prime lavorazioni del vetro-settori meccanizzati


Categorie

Posizioni organizzative

Importo (€)

A

2

17,56

 

1

17,56

B

2

16,53

 

1

16,53

C

2

14,98

 

1

14,98

 

3

13,34

D

2

13,34

 

1

12,91

 

3

12,39

E

2

12,39

 

1

10,33

F

1

8,26


Per le aziende delle seconde lavorazioni del vetro e della produzione del vetro eseguito a soffio, a mano e con macchine semiautomatiche


Settori della trasformazione

Settori a soffio, a mano e con macchine semiautomatiche (€)

Livello

Importo

Livello

Importo

1

8,26

1

8,26

2

10,33

2

9,30

3

12,39

3

10,33

4

12,91

4

12,39

5

13,34

5

12,65

6

14,98

6

13,94

7

16,53

7

14,72

8

17,56

8

16,53

   

9

17,56


Indennità

- Indennità di cassa: spetta ai lavoratori normalmente adibiti a operazioni di cassa con carattere di continuità, con responsabilità per errori nella gestione nella misura dell’8% di minimo e IPO o contingenza.

- Indennità di trasferta: Ai lavoratori di cui ai gruppi 3) e 2) compete: a) il rimborso delle spese effettivamente sostenute per il viaggio, corrispondenti ai normali mezzi di trasporto impiegati; b) il rimborso per eventuali altre spese sostenute; c) il rimborso per spese di vitto e alloggio da concordarsi preventivamente fra le parti; d) una indennità pari al 25% della retribuzione giornaliera (1/25 di paga e contingenza mensili) se la missione dura oltre 24 ore; al 20% nel caso di missione di lunga durata e con decorrenza dall'inizio del secondo mese, o nei casi in cui la frequenza dei viaggi costituisca caratteristica propria delle mansioni del lavoratore.

Al lavoratore di cui al gruppo 1) compete:  a) il rimborso delle spese effettivamente sostenute per il viaggio, corrispondenti ai normali mezzi di trasporto impiegati; b) il rimborso delle eventuali altre spese vive; c) il rimborso per spese di vitto e alloggio nei limiti della normalità; d) una indennità giornaliera pari al 40% della retribuzione giornaliera (quest'ultima calcolata dividendo per 25 lo stipendio e la contingenza mensili) se la missione dura oltre le 12 ore e fino a sei giorni. L'indennità è ridotta: al 25% per missioni da 7 fino a 30 giorni; al 20% nel caso di missione di lunga durata e con decorrenza dall'inizio del secondo mese, o nei casi in cui la frequenza dei viaggi costituisca caratteristica propria delle mansioni del lavoratore.

- Premio di produzione: le imprese delle prime lavorazioni fino a 150 dipendenti e quelle delle seconde lavorazioni che si siano attenute alla clausola di esclusione dal premio di partecipazione riconoscono il premio di produzione o l'indennità di esso sostitutiva nelle seguenti percentuali:

Per le aziende delle prime lavorazione del vetro (settori meccanizzati): 5% (o maggiori percentuali risultanti alla data del 20 ottobre 1994) del complesso dei minimi tabellari - dedotti i 137 punti di contingenza conglobati sino al 31 gennaio 1977 e dedotti gli importi di contingenza conglobati in seguito all'accordo del 13 aprile 2001.

Per le aziende delle prime lavorazioni del vetro (settori a soffio a mano e con macchine semiautomatiche) e per quelle delle seconde lavorazioni del vetro: 5% (o maggiori percentuali risultanti alla data del 20 ottobre 1994) del complesso dei minimi tabellari - dedotti i 137 punti di contingenza conglobati sino al 31 gennaio 1977.


□ Retribuzione ultramensile


Tredicesima mensilità

Corresponsione: alla vigilia di Natale

Misura: una mensilità della retribuzione globale di fatto.

Maturazione: per dodicesimi


Premio speciale

Corresponsione: alla fine del mese di giugno

Misura: 100 ore di retribuzione costituita da: per le aziende delle prime lavorazioni del vetro - settori meccanizzati, minimo tabellare dedotti i 137 punti di contingenza conglobati sino al 31 gennaio 1977 e dedotti gli importi di contingenza conglobati in seguito all'accordo del 13 aprile 2001, indennità di posizione organizzativa, scatti di anzianità, eventuale elemento retributivo individuale; per le aziende della produzione del vetro eseguito a soffio a mano e con macchine semiautomatiche e per le aziende delle seconde lavorazioni del vetro, minimo tabellare dedotti i 137 punti di contingenza conglobati sino al 31 gennaio 1977 aumentato dell'importo degli scatti di anzianità e di quello relativo all'eventuale elemento retributivo individuale.

Maturazione: per dodicesimi

 

DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO

 

□ Prova


Categoria/P.O./livelli

Durata

Prime lavorazioni

 

A e B

Sei mesi

C2

Cinque mesi

C1-D2 (gruppi 1 e 2)

Quattro mesi

D1-D2 (gruppo 3)-D3

35 gg. di effettiva prestazione

E2-E3

25 gg. di effettiva prestazione

F1-E1

20 gg. di effettiva prestazione

Settori della trasformazione

 

8-7

Sei mesi

6

Cinque mesi

5-6 Gruppi 1 e 2

Quattro mesi

5-5a Gruppo 3

35 gg. di effettiva prestazione

4

35 gg. di effettiva prestazione

3

25 gg. di effettiva prestazione

1-2

20 gg. di effettiva prestazione

Settori meccanizzati

 

9-8 Gruppo 1

Sei mesi

6 Gruppo 1

Cinque mesi

8a Gruppo 3

Quattro mesi

7 e 6 Gruppo 3

35 gg. di effettiva prestazione

5 Gruppo 1

35 gg. di effettiva prestazione

4-5

25 gg. di effettiva prestazione

1-2-3

20 gg. di effettiva prestazione

Settori a soffio, a mano e con macchine semiautomatiche

 

9-8 Gruppo 1

Sei mesi

6 Gruppo 1

Quattro mesi

8a Gruppo 3

45 gg. di effettiva prestazione

7 e 6 Gruppo 3

35 gg. di effettiva prestazione

5 Gruppo 1

35 gg. di effettiva prestazione

4-5

25 gg. di effettiva prestazione

1-2-3

20 gg. di effettiva prestazione


Lavoratori di cui al gruppo 3)

Ai fini del raggiungimento del periodo di prova sono considerate le prestazioni effettuate nella stessa azienda e medesima mansione per altri rapporti (anche come lavoratori interinali) nei dodici mesi precedenti l'assunzione; è comunque fissato un periodo di prova minimo di una settimana dal momento dell'assunzione.

Lavoratori di cui al gruppo 1)

Il periodo di prova è ridotto da 6 a 4 mesi e mezzo, da 5 a 3 mesi e mezzo da 4 a 3 mesi per: gli amministrativi che abbiano già prestato servizio, con analoghe mansioni, per almeno un biennio, presso altre aziende; i tecnici che abbiano già prestato servizio, con analoghe mansioni, per almeno un biennio, presso altre aziende che esercitano la stessa attività.

Assunti nel terzo livello dei settori meccanizzati e della trasformazione o nel quarto livello dei settori a soffio, a mano e con macchine semiautomatiche, é ammessa la proroga consensuale del periodo rispettivamente di ulteriori 20 giorni di effettiva prestazione, per gli altri lavoratori non è ammessa la protrazione né la rinnovazione del periodo di prova.


□ Orario di lavoro


Orario settimanale

40 ore di norma distribuito su 5 giorni, o 39 ore da attuare mediante l'assorbimento di corrispondenti quote di riduzione di orario di lavoro.

Per i maestri fiascai e aiutanti maestri della bofferia toscana; per gli operai addetti alla piazza semiautomatica: tagliatori, levatori, soffiatori, portantini e impilatori che fabbricano damigiane da litri 5/7 fino a litri 60: 36 ore settimanali con un massimo di 6 ore giornaliere.

Operai addetti alla piazza, semiautomatica che producono damigiane inferiori a 5/7 litri: 40 ore settimanali.


Turnisti 

L'orario di lavoro dei lavoratori turnisti addetti alle lavorazioni a ciclo continuo, cioè su turni avvicendati sull'intero arco settimanale di 7 giorni e su 2 turni per 7 giorni, è pari a 232,5 giornate lavorative annue.

Al lavoratore turnista a ciclo continuo in forza da oltre 20 anni e con una anzianità contributiva I.v.s. di almeno 28 anni che venga definitivamente adibito a lavori in regime di orario giornaliero è conservata a titolo di E.d.r., in cifra fissa, l'indennità media di turno precedentemente percepita, in ragione di tanti ventottesimi per quanti sono gli anni effettivamente prestati in turno, con un massimo di 28 ventottesimi.


Lavoratori discontinui

- discontinui già con orario normale di 50 ore settimanali: ore 48;

- discontinui già con orario normale di 45 ore settimanali: ore 43;

- discontinui già con orario normale di 42 ore settimanali: ore 40.

La retribuzione afferente all'ultima ora dell'orario settimanale pari a 48 e 43 h è maggiorata con la percentuale del 18%.


Giorni festivi

Oltre a quanto previsto dalla legge sono considerati festivi la ricorrenza del Santo Patrono e i giorni  di riposo compensativo domenicale

Turnisti addetti alle lavorazioni a ciclo continuo: per le festività lavorate il relativo trattamento retributivo è costituito dalla normale retribuzione mensilizzata con l'aggiunta del compenso per le ore effettivamente prestate nelle festività maggiorate della percentuale per lavoro in giorni festivi.


Banca ore

Le prestazioni di lavoro straordinario sono accantonate nella misura del 50% in un conto ore individuale, per il restante 50% il lavoratore potrà esercitare, entro la fine di ogni anno per l'anno successivo, la propria scelta in ordine all'accantonamento nel conto ore individuale in alternativa al pagamento delle stesse.

Le quote orarie non retribuite ed accantonate nel conto ore individuale possono essere fruite, sotto forma di riposi compensativi, da utilizzarsi entro 12 mesi dall'anno di maturazione.

Nelle unità produttive con meno di 150 dipendenti la misura delle quote orarie da accantonare nel conto ore è del 40%; per il restante 60% delle quote il lavoratore può esercitare la propria scelta, entro la fine di ogni anno per l'anno successivo, in ordine all'accantonamento nel conto ore individuale in alternativa alla retribuzione delle stesse.

Non rientrano nel conto ore individuale le prestazioni di lavoro straordinario riconduciteli alle seguenti fattispecie: assenze improvvise nell'avvicendamento dei turni; manutenzioni straordinarie e non programmabili; interventi atti ad assicurare il ripristino dell'efficienza produttiva degli impianti; montaggio e rifacimento degli impianti; assolvimento di indifferibili incombenze derivanti da innovazioni amministrative e di legge.


□ Lavoro straordinario, notturno, festivo e a turni


Maggiorazioni da calcolare per i lavoratori di cui al gruppo 3), sulla quota oraria degli elementi della retribuzione mensile, per i cottimisti va inclusa la percentuale minima contrattuale di cottimo. La quota oraria si ottiene utilizzando il divisore 165 per gli impiegati e 175 per gli intermedi.


Tipologia della prestazione

Percentuale di maggiorazione

a) straordinario:

 

- da 41 a 48 ore

18%

- 49° ora

22%

- oltre 49 ore

30%

- festivo

65%

- notturno

50%

b) notturno non compreso in turni avvicendati

32%

c) festivo

55%

d) domenicale con riposo compensativo non compreso in turni avvicendati

10%

e) lavoro in turni

 

- turno diurno feriale (1° e 2° turno avvicendato):

2%

- turno diurno feriale (1° e 2° turno per i turni avvicendati semicontinui e a ciclo continuo articolati su tre turni): 

1,33%

- notturno compreso in turni avvicendati: 

43,34%

- lavoro domenicale con riposo compensativo: 

38,00%

- lavoro domenicale notturno compreso in turni avvicendati: 

58,00%.


Le maggiorazioni non sono cumulabili 

È lavoro notturno quello effettuato dalle ore 22 alle ore 6.

Per prestazioni effettivamente fornite in turno notturno compete un'indennità in cifra fissa di  € 4,5.


□ Ferie e permessi annui


Ferie

Lavoratori di cui ai gruppi 1), 2) e 3):

- 20 giorni lavorativi per anzianità di servizio fino a 4 anni compiuti;

- 21 giorni lavorativi per anzianità di servizio oltre 4 anni e fino a 9 anni compiuti;

- 22 giorni lavorativi per anzianità di servizio oltre 9 anni e fino a 14 anni compiuti;

- 24 giorni lavorativi per anzianità di servizio oltre 14 anni e fino a 19 anni compiuti;

- 25 giorni lavorativi per anzianità di servizio oltre 19 anni compiuti.


Festività soppresse 

Lavoratori non in turni avvicendati nel ciclo continuo: a fronte delle ex festività spettano 4 giornate di permesso retribuito. Per l’ex festività del 4 novembre è riconosciuto un trattamento pari a 8/175 della retribuzione di fatto, da corrispondere con la retribuzione del mese di agosto.

Lavoratori turnisti addetti alle lavorazioni "semicontinue" (3x5 o 3x 6) che prestino attività nel turno notturno: competono, in aggiunta ai 4 giorni di riposo per le ex festività, tante giornate di riposo quante sono le festività effettivamente lavorate in luogo del trattamento economico corrispondente e comunque 2 ulteriori giornate di riposo annue rapportate al lavoro in turno notturno.


Riduzione orario di lavoro (ROL) 

56 ore annue

64 ore annue per il settore della trasformazione (cosiddette seconde lavorazioni del vetro).


□ Assenze


Malattia

Impiegati, intermedi e operai

comporto: 

a) mesi 9 per anzianità di servizio fino a 3 anni compiuti;

b) mesi 12 per anzianità di servizio oltre 3 anni e fino a 6 anni compiuti;

c) mesi 16 per anzianità di servizio oltre 6 anni,

anche cumulando più assenze nell'arco temporale di trentasei mesi. I mesi si intendono composti di 30 giorni di calendario.

Il ricovero ospedaliero di durata pari o superiore a 20 giorni e fino a 60, afferente a uno o più eventi morbosi, sospende per una sola volta nell'arco temporale di 36 mesi, il decorso del comporto per un massimo di 60 giorni dall'inizio dell'evento.

trattamento economico: a) per anzianità fino a 3 anni compiuti: 100% della retribuzione per i primi 3 mesi e mezzo, 70% per i 2 mesi e mezzo successivi e 50% per i tre mesi restanti; b) per anzianità oltre 3 e fino a 6 anni compiuti: 100% della retribuzione per i primi 5 mesi, 70% per il successivo mese e mezzo e 50% per i restanti 5 mesi e mezzo; c) per anzianità oltre 6 anni: 100% della retribuzione per i primi 8 mesi e 50% per i restanti 8 mesi.


Infortunio sul lavoro

Impiegati, intermedi e operai 

comporto: fino a guarigione clinica in caso di infortunio e per un periodo pari a quello per il quale l'Inail corrisponde l'indennità per le malattie professionali

trattamento economico: a) per anzianità fino a 6 anni compiuti: intera retribuzione per i primi 3 mesi;

b) per anzianità oltre 6 anni: intera retribuzione per i primi 4 mesi;

e in caso di ricaduta nello stesso evento entro il periodo massimo di 2 mesi dalla ripresa del lavoro:

a) per anzianità fino a 3 anni compiuti: intera retribuzione per i primi 3 mesi e mezzo;

b) per anzianità  oltre 3  fino a 6 anni compiuti: intera retribuzione per i primi 4 mesi e mezzo;

c) per anzianità oltre 6 anni: intera retribuzione per i primi 6 mesi.


Maternità

Per i primi 5 mesi di assenza, 100% della normale retribuzione globale di fatto.


Congedo matrimoniale

14 giorni lavorativi (dal lunedì al sabato).


Permessi

Per la nascita di figli è garantito un giorno di permesso retribuito da fruire entro 3 giorni dalla data del parto.


Diritto allo studio

Sono riconosciute 150 ore di permessi retribuiti nel triennio, utilizzabili anche in un solo anno purché le ore di frequenza ai corsi siano almeno il doppio di quelle richieste come permesso; a tale titolo non può assentarsi contemporaneamente non più del 2,5% della forza occupata.


Lavoratori studenti

Spettano permessi retribuiti per sostenere prove di esame. Possono altresì usufruire di un periodo di due mesi di aspettativa all'anno.


□ Lavoro a tempo parziale


Retribuzione

Si ottiene applicando la seguente formula: (R.O. x hs) / 40 (R.O. = retribuzione ordinaria contrattualmente prevista per il tempo pieno; hs = numero di ore settimanali del rapporto part-time).

La retribuzione oraria si ottiene applicando alla retribuzione mensile come sopra calcolata il divisore risultante dalla seguente formula: (173 x hs) / 40.


Periodo di prova

E' determinato in un numero di ore che non può comunque comportare una durata di prestazione, riferita ai mesi di calendario, superiore a quella di seguito prevista:


Categoria

Livello (seconde lavorazioni)

Livello 
(sett. a soffio e a mano)

Limite mensile

A e B

8º, 7º

9º - 8º (gruppo 1)

6 mesi

C2

6º (gruppo 1)

 

5 mesi

C1 - D2 (gruppi 1 e 2)

5º, 6º (gruppo 1, 2)

6º (gruppo 1)

4 mesi

   

8º (gruppo 3)

45 gg di effettiva prestazione

D1 - D2 (gruppo 3) - D3

5º, 5ºA (gruppo 3)

7º - 6º (gruppo 3)

35 gg di effettiva prestazione

 

5º (gruppo 1)

35 gg di effettiva prestazione

E2 - E3

5º - 4º

25 gg di effettiva prestazione

F1 - E1

1º, 2º

3º - 2º -1º

20 gg di effettiva prestazione


Clausole elastiche o flessibili

Nel caso di utilizzo di clausole elastiche o flessibili, il lavoratore ha diritto ad un preavviso di 7 giorni; per le ore prestate al di fuori dell’orario concordato spetta una maggiorazione del 10%. In casi di necessità il preavviso può essere ridotto, ma la maggiorazione sale al 20%. 


Lavoro supplementare

Il lavoro eccedente quello concordato può essere svolto fino ai seguenti limiti annuali:

- part-time fino a quattro ore giornaliere: 50% dell'orario annuo previsto dal rapporto part-time;

- part-time fino a cinque ore giornaliere: 30% dell'orario annuo previsto dal rapporto part-time;

- part-time fino a sei ore giornaliere: 20% dell'orario annuo previsto dal rapporto part-time;

- part-time oltre sei ore giornaliere: 10% dell'orario annuo previsto dal rapporto part-time.

Entro tali limiti è retribuito con la maggiorazione del 10% comprensiva dell'incidenza degli istituti retributivi contrattuali e legali, indiretti e differiti. Le ore eventualmente prestate oltre i limiti comportano una maggiorazione del 50% comprensiva dell'incidenza degli istituti retributivi contrattuali e legali, indiretti e differiti.


□ Contratto a tempo determinato


Le parti hanno programmato incontri per disciplinare il contratto a tempo determinato.


□ Apprendistato professionalizzante


Condizioni

Aziende che, al momento della stipulazione di un nuovo contratto, risultino aver assunto con contratto a tempo indeterminato almeno l'80% dei contratti di apprendistato scaduti nei 24 mesi precedenti.

A tale fine non si computano gli apprendisti che non hanno concluso il periodo di apprendistato nonché i contratti non trasformati in rapporti di lavoro a tempo indeterminato in misura pari a quattro.


Durata massima 

- 24 mesi per i soggetti in possesso di laurea coerente con le finalità da conseguire;

- 36 mesi per soggetti in possesso di laurea non coerente con le finalità da conseguire;

- 40 mesi per i soggetti in possesso di diploma di scuola media superiore coerente con la professionalità da conseguire;

- 48 mesi negli altri casi.


Livello di inquadramento

Prima metà del periodo: non può essere inferiore di più di due posizioni organizzative/livelli (per le aziende delle seconde lavorazioni e per quelle del vetro a soffio a mano e con macchine semiautomatiche) riferiti alla medesima qualifica professionale rispetto a quelle/i della professionalità da acquisire.

Seconda metà del periodo: è riconosciuto l'inquadramento alla posizione organizzativa/livello immediatamente superiore a quella/o di inquadramento iniziale.


Ferie

20 giorni lavorativi all'anno.


□ Contratto di inserimento


Inquadramento e trattamento retributivo

Non può essere inferiore di più di due posizioni organizzative/livelli riferiti alla medesima qualifica professionale rispetto a quelle/i della professionalità da acquisire.


Durata

Da un minimo di 12 a un massimo di 18 mesi (36 mesi per i lavoratori affetti da grave handicap fisico, mentale o psichico) da determinarsi in relazione al tipo di professionalità posseduta dal lavoratore rispetto al nuovo contesto lavorativo.


Condizioni per la stipulazione

Deve essere stato mantenuto in servizio l'80% dei lavoratori il cui contratto di inserimento sia venuto a scadere nei 18 mesi precedenti.


Malattia o infortunio non sul lavoro

Conservazione del posto di lavoro massimo 90 giorni di calendario, anche nei casi di pluralità di episodi morbosi e indipendentemente dalla durata dei singoli intervalli.


□ Lavoro a domicilio


Non disciplinato


□ Somministrazione di lavoro


Le parti hanno programmato incontri per disciplinare il contratto di somministrazione a tempo determinato.


□ Lavoro stagionale


Non disciplinato


□ Lavoro intermittente


Non disciplinato


□ Telelavoro


Non sono considerabili attività in telelavoro quelle svolte anche in via telematica o con collegamento remoto da: operatori di vendita, lavoratori addetti all'assistenza tecnica presso la clientela, lavoratori dei "call-center" organizzati in autonome unità produttive.

Le modalità di svolgimento della prestazione, sia come collocazione della prestazione lavorativa nell'arco della giornata, sia come durata giornaliera della stessa ferma restando una definita fascia di reperibilità nell'ambito dell'orario di lavoro in atto nell'impresa, sono definite a livello aziendale.

Si applicano le norme vigenti in materia di sicurezza e tutela della salute previste per i dipendenti che svolgono analoga attività lavorativa in azienda ferma restando l'esistenza delle condizioni di sicurezza previste dalla legge per le abitazioni civili. L'impresa, con la cooperazione del dipendente, provvede a garantire per quanto di sua competenza, nel rispetto del diritto alla riservatezza e alla inviolabilità del domicilio del dipendente, l'idoneità del posto di lavoro nonché le condizioni di esercizio del controllo da parte del responsabile aziendale di prevenzione e protezione e da parte del delegato alla sicurezza.

Al dipendente è riconosciuto il diritto di accesso all'attività sindacale che si svolge nell'impresa, eventualmente anche tramite apposita connessione informatica.


□ Lavoro ripartito


Non disciplinato


□ Estinzione del rapporto


Preavviso


Qualifiche

Categorie/livelli

Anzianità di servizio

Durata

Operai

 

fino a 5 anni

6 giorni

   

oltre 5 a 10 anni

8 giorni

   

oltre 10 anni

10 giorni

Inpiegati

E e 2, 3 e 4

fino a 5 anni

1 mese

   

da 5 a 10 anni

1 mese e 1/2

   

oltre 10 anni

2 mesi

 

C e D e 5 e 6

fino a 5 anni

1 mese e 1/2

   

da 5 a 10 anni

2 mesi

   

oltre 10 anni

3 mesi

 

A e B e 7, 8 e 9

fino a 5 anni

2 mesi

   

da 5 a 10 anni

3 mesi

   

oltre 10 anni

4 mesi

Intermedi

E e 3

fino a 5 anni

1/2 mese

   

da 5 a 10 anni

1 mese

   

oltre 10 anni

1 mese e 1/2

 

C e D e 5 e 6

fino a 5 anni

1 mese

   

oltre 5 a 10 anni

1 mese e 1/2

   

oltre 10 anni

2 mesi


Per gli operai retribuiti a cottimo l'indennità sostitutiva del preavviso è computata con riferimento alla retribuzione globale delle ultime 4 settimane di prestazione

Per quadri, impiegati e intermedi, in caso di dimissioni i termini indicati sono ridotti a metà e decorrono dalla metà o dalla fine del mese.


Trattamento di fine rapporto

Il c.c.n.l. rinvia alla disciplina di legge in materia.

II lavoratore in costanza di rapporto di lavoro può chiedere all'impresa per una seconda volta un'anticipazione sul trattamento di fine rapporto maturato per le causali previste dalla legge.

 

 

 





Segnala su OK Notizie!Reddit!Del.icio.us! Facebook!
 
faccialibrodef.jpg



mod_vvisit_countervisite oggi2759
mod_vvisit_counterDal 12/06/0914923573

domiciliazioniprevprof.jpg

      SCAPPO IN BRASILE...
       www.ideabrasile.it

bannerprevprof.jpg

 

cerca ancora nel sito

Ricerca personalizzata

Cerca Professionisti