Il portale della previdenza dei professionisti

logo-old.png
jfw_prefett_500x64_small.gif
Home arrow Casse Professionali arrow CNPR: ordinanza 3828 2012 su riliquidazione pensioni
CNPR: ordinanza 3828 2012 su riliquidazione pensioni
 
Con l'ordinanza_n_3828_2012 la Suprema Corte di Cassazione ha confermato la decisione della Corte di Appello di Lecce impugnata dalla Cassa Ragionieri con la quale quest'ultima era stata condannata a riliquidare il trattamento pensionistico in favore del professionista sulla base della normativa vigente prima dell'entrata in vigore della deliberazione del 22 giugno 2002 con la quale è stato incrementato il numero dei redditi da includere nella base pensionabile dai migliori quindici sugli ultimi venti dichiarati prima del pensionamento a tutti i redditi dichiarati durante la vita professionale.

L'ordinanza emessa ex art. 360 bis cpc richiama i precedenti del 2011 ritenendo non sussistere argomenti giuridici per rivedere il proprio oreintamento.
 
In particolare, ha precisato la Suprema Corte non osta alla richiesta riliquidazione del trattamento pensionistico il disposto dell'art. 1 comma 763 della legge 27 dicembre 2006 n 296 il quale va interpretato nel senso che: "la disposta salvezza degli atti e delle deliberazioni in materia previdenziale adottati dagli enti di cui al d.lgs. 30 giugno 1994, n 509 ed approvati dai Ministeri vigilanti, non vale a sanare la illegittimità dei provvedimenti adottati in violazione della precedente legge vigente al momento della loro emanazione".

Con la sentenza si ribadisce dunque la validità delle conclusioni raggiunte dalle 45 sentenze gemelle dell'aprile 2011 e si ribadisce il principio per il quale ciascun atto e regolamento va valutato, quanto ai profili di legittimità, sulla base della normativa primaria vigenete al momento della sua emanazione.
 
Da tale principio, ribadito dalla Suprema Corte espressamente sia pur con riferimento ad analoghe considerazioni svolte dalle sentenze del 2011, si dovrebbe desumere il diritto alla riliquidazione di ogni pensione deliberata sulla base delle norme introdotte  con la deliberazione regolamentare del 22 giugno del 2002 in quanto quest'ultima è e resta illegittima giacchè adottata in violazione dell'art. 3 comma 12 della L. n. 335 del 1995 nella versione precedente l'entrata in vigore del comma 763 dell'art. 1 della L. n. 296 del 2006 (Finanziaria per l'anno 2007).
 
leggi la
 




Segnala su OK Notizie!Reddit!Del.icio.us! Facebook!
 


PER EVENTUALE ASSISTENZA LEGALE E' POSSIBILE CONTATTARE IL CURATORE DEL PORTALE PREVIDENZA PROFESSIONISTI AI RECAPITI INDICATI IN
 

faccialibrodef.jpg



domiciliazioniprevprof.jpg

      SCAPPO IN BRASILE...
       www.ideabrasile.it

bannerprevprof.jpg

 

cerca ancora nel sito

Ricerca personalizzata

Cerca Professionisti