Il portale della previdenza dei professionisti

Home arrow Professionisti arrow Il formulario del pignoramento
Il formulario del pignoramento
Il formulario del pignoramento: immobiliare, mobiliare, presso terzi, dello stipendio, di quote di SRL, di autovettura, di usufrutto; istanza per la conversione, per la riduzione e per la trascrizione del pignoramento



pignoramento immobiliare


pignoramento mobiliare


pignoramento stipendio
 

PPT nei procedimenti di separazione e divorzio

 

pignoramento usufrutto


pignoramento quote SRL



pignoramento autovettura


ricorso per la conversione del pignoramento



istanza per la riduzione del pignoramento



la trascrizione del pignoramento



le norme del codice di rito sul pignoramento in generale

 

 

Argomenti correlati

 

il formulario dell'atto di precetto

 

L'espropriazione forzata, di norma, inizia con il pignoramento che consiste in un'ingiunzione che l'ufficiale giudiziario fa al debitore di astenersi da qualunque atto diretto a sottrarre alla garanzia del credito, esattamente indicato, i beni che vi si assoggettano e i frutti di essi (art. 492 cpc).


L'atto di pignoramento è soggettivamente imputabile all'ufficiale giudiziario ed è un atto che viene compiuto su istanza del creditore, previa esibizione, da parte dello stesso,  del titolo esecutivo e del precetto ritualmente notificati.


La funzione del pignoramento è quella di sottrarre i beni che si decide di sottoporre all'esecuzione forzata alla libera disponibilità del debitore. Tale vincolo giuridico produce l'effetto di rendere inefficaci nei confronti del creditore procedente e dei creditori intervenuti gli atti di alienazione e di di disposizione compiuti dal debitore ed aventi ad oggetto i beni pignorati.


Con riferimento alla disciplina del pignoramento, sono state approtate alcune significative novità con la riformulazione integrale dell'art. 492 cpc introdotta dall'art. 1 della Legge n 52 del 24 febbraio 2006.

a) il pignoramento deve contenere l'invito al debitore ad effettuare presso la cancelleria del giudice dell'esecuzione la dichiarazione di residenza o l'elezione di domicilio in uno dei comuni del circondario in cui ha sede il giudice competente per l'esecuzione con l'avvertimento che, in mancanza ovvero in caso di irreperibilità presso la residenza dichiarata o il domicilio eletto, le successive notifiche o comunicazioni a lui dirette saranno effettuate presso la cancelleria del GE.

b) Il pignoramento deve contenere l'avvertimento che il debitore, può  chiedere, con istanza da depositarsi in cancelleria, ai sensi dell'art. 495 cpc, di sostituire alle cose o ai crediti pignorati una somma di denaro pari all'importo dovuto al creditore pignorante e ai creditori intervenuti, comprensivo del capitale, degli interessi e delle spese prima che sia disposta la vendita o l'assegnazione a norma degli articoli 530, 552 e 569 cpc

c) Quando per la soddisfazione del creditore procedente i beni assoggettati a pignoramento appaiono insufficienti ovvero per essi appare manifesta la lunga durata della liquidazione l'ufficiale giudiziario invita il debitore ad indicare ulteriori beni utilmente pignorabili, i luoghi in cui si trovano ovvero le generalità dei terzi debitori; della dichiarazione del debitore è redatto processo verbale che lo stesso sottoscrive. Se sono indicate cose mobili queste, dal momento della dichiarazione, sono considerate pignorate anche agli effetti dell'articolo 388, terzo comma, del codice penale. Se sono indicati crediti o cose mobili che sono in possesso di terzi il pignoramento si considera perfezionato nei confronti del debitore esecutato dal momento della dichiarazione e questi è costituito custode della somma o della cosa anche agli effetti dell'articolo 388, quarto comma, del codice penale quando il terzo, prima che gli sia notificato l'atto di cui all'articolo 543, effettua il pagamento o restituisce il bene. Se sono indicati beni immobili il creditore procede ai sensi degli articoli 555 e seguenti.

d) L'ufficiale giudiziario, ai fini della ricerca delle cose e dei crediti da sottoporre ad esecuzione, quando non individua beni utilmente pignorabili oppure le cose e i crediti pignorati o indicati dal debitore appaiono insufficienti a soddisfare il creditore procedente e i creditori intervenuti, su richiesta del creditore procedente, rivolge richiesta ai soggetti gestori dell'anagrafe tributaria e di altre banche dati pubbliche; se il debitore è un imprenditore commerciale l'ufficiale giudiziario previa istanza del creditore procedente, con spese a carico di questi, invita il debitore a indicare il luogo ove sono tenute le scritture contabili e nomina un commercialista o un avvocato ovvero un notaio i per il loro esame al fine dell'individuazione di cose e crediti pignorabili. Il professionista trasmette apposita relazione con i risultati della verifica al creditore istante e all'ufficiale giudiziario e, se dalla relazione risultano cose o crediti non oggetto della dichiarazione del debitore, le spese dell'accesso alle scritture contabili e della relazione sono liquidate con provvedimento che costituisce titolo esecutivo contro il debitore.

 

IL FORMULARIO DEL PIGNORAMENTO


pignoramento immobiliare


pignoramento mobiliare


pignoramento stipendio 


pignoramento usufrutto


pignoramento quote SRL


pignoramento autovettura


ricorso per la conversione del pignoramento


istanza per la riduzione del pignoramento


la trascrizione del pignoramento


le norme del codice di rito sul pignoramento in generale
 





Segnala su OK Notizie!Reddit!Del.icio.us! Facebook!
 
faccialibrodef.jpg



mod_vvisit_countervisite oggi448
mod_vvisit_counterDal 12/06/0914081963

domiciliazioniprevprof.jpg

      SCAPPO IN BRASILE...
       www.ideabrasile.it

bannerprevprof.jpg

 

cerca ancora nel sito

Ricerca personalizzata

Cerca Professionisti