Il portale della previdenza dei professionisti

Home arrow Professionisti arrow Il patteggiamento durante le indagini preliminari
Il patteggiamento durante le indagini preliminari
 
Il patteggiamento costituisce uno dei riti speciali premiali previsti dal codice di procedura. Esso è alternativo al giudizio abbreviato e comporta una diminuzione della pena fino ad un terzo al contrario del primo che prevede il beneficio in misura fissa della diminuzione di un terzo della pena. Il patteggiamento, in sede di indagini preliminari, può fondarsi o su una richiesta congiunta dell'indagato e del PM ovvero sulla richiesta unilaterale di una delle due parti e sul consenso espresso dall'altra. In particolare, l'indagato può formulare richiesta di patteggiamento depositando l'istanza al GIP il quale fissa l'udienza dà termine alla parte di notificare l'istanza e il decreto al PM e al PM di esprimere il proprio consenso o il dissenso. Nell'udienza fissata per la decisione il patteggiamento è escluso in caso di dissenso del PM ma la richiesta può essere rigettata dal GIP anche in presenza del consenso del PM ove ravvisi l'insussistenza dei presupposti di cui all'art. 444 cpp. Ove la richiesta di patteggiamento sia respinta per il dissenso del PM potrà essere riproposta e successivamente accolta dal giudice del dibattimento nonchè nel successivo grado di appello.

TRIBUNALE DI ....
RICHIESTA DI APPLICAZIONE DELLA PENA EX ART. 444 C.P.P.

 

Al Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di....
Il Sig. .... nato a .... il ...., residente in ...., via ...., n. ....

PERMESSO

-che è indagato nel procedimento penale n. .... (pendente presso....) del seguente fatto .... ;
-che intende chiedere l'applicazione della seguente ........ (subordinando l'efficacia di tale richiestaalla concessione della sospensione condizionale della pena stessa;
-che nel caso di specie ricorrono tutte le condizioni di cui all'art. 444 c.p.p.;
-che non vi è costituzione di parte civile;
tutto ciò premesso,

 

CHIEDE

che la S.V.Ill.ma voglia, ai sensi dell'art. 447, comma 3, c.p.p., previa fissazione di un termine al pubblico ministero per esprimere il consenso o il dissenso, stabilire l'udienza per la decisione.
...., lì....
....

Firma

Visto per autenticaAvv....
Depositato in Cancelleriaoggi....

Il Cancelliere
....

Il Giudice delle Indagini Preliminari, letta l'istanza che precede, visti gli atti, visto l'art. 447 c.p.p. fissa per la decisione l'udienza del .... alle ore .... innanzi a sé, nell'aula .... sita a .... via ...., n. ....
Fissa al pubblico ministero il termine di giorni .... per esprimere il suo consenso o dissenso e dispone che la richiesta che precede e il presente decreto siano notificati a cura del richiedente al pubblico ministero in loco.
...., lì....

Il Giudice delle indaginipreliminari
....





Segnala su OK Notizie!Reddit!Del.icio.us! Facebook!
 
faccialibrodef.jpg



mod_vvisit_countervisite oggi1159
mod_vvisit_counterDal 12/06/0915196532

domiciliazioniprevprof.jpg

      SCAPPO IN BRASILE...
       www.ideabrasile.it

bannerprevprof.jpg

 

cerca ancora nel sito

Ricerca personalizzata

Cerca Professionisti