Il portale della previdenza dei professionisti

logo-old.png
jfw_prefett_500x64_small.gif
Home arrow Ricerca Giuridica arrow il concorso in magistratura
il concorso in magistratura

NEW JUSTOWIN - FULL IMMERSION CONCORSO MAGISTRATURA 2011
 

prossimo CONCORSO PER MAGISTRATO ORDINARIO  

PERCORSI DIREKTA: corso preintensivo annuale per il superamento delle prove scritte.
I corsi sono tenuti da magistrati di II° livello

 


Acquista on line il Manuale di diritto amministrativo 2010 ...alla luce del nuovo codice del processo amministrativo
di Caringella Francesco

Prezzo: € 120.00
Nostro prezzo: € 108.00
Risparmi: € 12.00 (10%)



Acquista on line il Manuale di diritto privato
di Gazzoni Francesco
Prezzo: € 110.00
Nostro prezzo: € 96.80
Risparmi: € 13.20 (12%)

 

suggerimenti sui testi per la preparazione al concorso


Bando di concorso magistratura 2010 - Decreto 12 -19 ottobre 2010

 

Bando di concorso magistratura 2009 - Decreto 15.12.09

 

Notizie sull'andamento del concorso in magistratura 2010


L'accesso alla magistratura


La domanda di partecipazione al concorso in magistratura


Le tracce dei temi dei concorsi precedenti (dal 45 ad oggi)


I corsi di preparazione al concorso in magistratura sul territorio e on line


La normativa che disciplina il concorso in magistratura 

 

Forum di discussione sul concorso in magistratura sulla rete

 

 

 

aggiornamento per concorsisti

rassegna delle principali tematiche trattate sulle riviste cartacee Guida al Diritto e Corriere giuridico

 


Il concorso magistraturaè disciplinato dal D.Lgs. n. 160 del 5 aprile 2006, così come modificato dalla Legge n. 11 del 30 luglio 2007. Ai sensi delle menzionate normative, i requisiti di accesso al concorso in magistratura sono i seguenti:

 

Dipartimento dell'Organizzazione Giudiziaria, del Personale e dei Servizi
Direzione Generale dei Magistrati
Ufficio III

 

Si diventa magistrato ordinario superando un concorso pubblico per esami.

I requisiti per poter accedere al concorso per magistrato ordinario, a seguito della legge 30 luglio 2007 n. 111, che ha modificato il decreto legislativo 5 aprile 2006 n. 160, sono indicati all'articolo 2 del predetto decreto:


Requisiti

Al concorso per esami, tenuto conto che ai fini dell'anzianità minima di servizio necessaria per l'ammissione non sono cumulabili le anzianità maturate in più categorie fra quelle previste, sono ammessi:

  1. i magistrati amministrativi e contabili;
  2. i procuratori dello Stato che non sono incorsi in sanzioni disciplinari;
  3. i dipendenti dello Stato, con qualifica dirigenziale o appartenenti ad una delle posizioni dell'area C prevista dal vigente contratto collettivo nazionale di lavoro, comparto Ministeri, con almeno cinque anni di anzianità nella qualifica, che abbiano costituito il rapporto di lavoro a seguito di concorso per il quale era richiesto il possesso del diploma di laurea in giurisprudenza conseguito, salvo che non si tratti di seconda laurea, al termine di un corso universitario di durata non inferiore a quattro anni e che non sono incorsi in sanzioni disciplinari;
  4. gli appartenenti al personale universitario di ruolo docente di materie giuridiche in possesso del diploma di laurea in giurisprudenza che non sono incorsi in sanzioni disciplinari;
  5. i dipendenti, con qualifica dirigenziale o appartenenti alla ex area direttiva, della pubblica amministrazione, degli enti pubblici a carattere nazionale e degli enti locali, che abbiano costituito il rapporto di lavoro a seguito di concorso per il quale era richiesto il possesso del diploma di laurea in giurisprudenza conseguito, salvo che non si tratti di seconda laurea, al termine di un corso universitario di durata non inferiore a quattro anni, con almeno cinque anni di anzianità nella qualifica o, comunque, nelle predette carriere e che non sono incorsi in sanzioni disciplinari;
  6. gli avvocati iscritti all'albo che non sono incorsi in sanzioni disciplinari;
  7. coloro i quali hanno svolto le funzioni di magistrato onorario (giudice di pace, giudice onorario di tribunale, vice procuratore onorario, giudice onorario aggregato) per almeno sei anni senza demerito, senza essere stati revocati e che non sono incorsi in sanzioni disciplinari;
  8. i laureati in possesso del diploma di laurea in giurisprudenza conseguito, salvo che non si tratti di seconda laurea, al termine di un corso universitario di durata non inferiore a quattro anni e del diploma conseguito presso le scuole di specializzazione per le professioni legali previste dall'articolo 16 del decreto legislativo 17 novembre 1997, n. 398 e successive modificazioni;
  9. i laureati che hanno conseguito la laurea in giurisprudenza al termine di un corso universitario di durata non inferiore a quattro anni, salvo che non si tratti di seconda laurea, ed hanno conseguito il dottorato di ricerca in materie giuridiche;
  10. i laureati che hanno conseguito la laurea in giurisprudenza a seguito di un corso universitario di durata non inferiore a quattro anni, salvo che non si tratti di seconda laurea, ed hanno conseguito il diploma di specializzazione in una disciplina giuridica, al termine di un corso di studi della durata non inferiore a due anni presso le scuole di specializzazione di cui al decreto del Presidente della Repubblica 10 marzo 1982, n. 162.

Ai sensi dell'articolo 2, comma 5, del decreto legislativo 5 aprile 2006 n. 160, possono, altresì, partecipare ai concorsi in magistratura, indetti fino al quinto anno successivo alla data di acquisto di efficacia del predetto decreto, anche i candidati che hanno conseguito la laurea in giurisprudenza a seguito di corso universitario di durata non inferiore a quattro anni, essendosi iscritti al relativo corso di laurea anteriormente all'anno accademico 1998 – 1999.


Altri requisiti

  1. essere cittadino italiano;
  2. avere l'esercizio dei diritti civili;
    b. bis) essere di condotta incensurabile;
    b. ter) non essere stati dichiarati per tre volte non idonei nel concorso per esami alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda;
  3. possedere gli altri requisiti richiesti dalle leggi vigenti.

Esame

La prova scritta consiste nello svolgimento di tre elaborati teorici, rispettivamente vertenti sul diritto civile, sul diritto penale e sul diritto amministrativo.

La prova orale verte su:

  1. diritto civile ed elementi fondamentali di diritto romano;
  2. procedura civile;
  3. diritto penale;
  4. procedura penale;
  5. diritto amministrativo, costituzionale e tributario;
  6. diritto commerciale e fallimentare;
  7. diritto del lavoro e della previdenza sociale;
  8. diritto comunitario;
  9. diritto internazionale pubblico e privato;
  10. elementi di informatica giuridica e di ordinamento giudiziario;
  11. colloquio su una lingua straniera, indicata dal candidato all'atto della domanda di partecipazione al concorso, scelta fra le seguenti: inglese, spagnolo, francese e tedesco.

prossimo CONCORSO PER MAGISTRATO ORDINARIO  

PERCORSI DIREKTA: corso preintensivo annuale per il superamento delle prove scritte.
I corsi sono tenuti da magistrati di II° livello

 

 





Segnala su OK Notizie!Reddit!Del.icio.us! Facebook!
 
faccialibrodef.jpg



mod_vvisit_countervisite oggi537
mod_vvisit_counterDal 12/06/0914925163

domiciliazioniprevprof.jpg

      SCAPPO IN BRASILE...
       www.ideabrasile.it

bannerprevprof.jpg

 

cerca ancora nel sito

Ricerca personalizzata

Cerca Professionisti