Il portale della previdenza dei professionisti

logo-old.png
jfw_prefett_500x64_small.gif
Home arrow Ricerca Giuridica arrow esercizio abusivo della professione
esercizio abusivo della professione
Argomenti correlati
 
 
Il delitto di esercizio abusivo della professione è previsto dall'art. 348 cp che punisce chiunque abusivamente esercita una professione, per la quale e' richiesta una speciale abilitazione dello Stato; la pena prevista e'la reclusione fino a sei mesi o con la multa da 103 euro a 516 euro.
Con riferimento al delitto di esercizio abusivo della professione, una prima problematica che si è posta è stata quella di individuare il soggetto passivo del reato e l'interesse protetto dalla norma. L'orientamento che sembra essere prevalso è quello che inquadra la fattispecie delittuoisa in esame tra i delitti plurioffensivi. Ed infatti, il divieto di esercitare abusivamente la professione si pone a presidio del generico interesse statuale acchè determinate professioni siano esercitate solo dai soggetti che abbiano conseguito il relativo titolo abilitante, sia a tutela dell'interesse diffuso degli appartenenti alla categoria che potrebbero risentire un pregiudizio sotto il profilo della concorrenza da un'esercizio abusivo dell'attività professionale riservata.
In ogni caso, non ha efficacia esimente l'eventuale consenso della persona destinataria dell'attività professionale prestata abusivamente.
Ulteriore questione che si è posta in riferimento all'individuazione dell'interesse protetto è quella relativa alla posizione degli ordini professionali. In una prima fase, la giurisprudenza non soltanto negava che gli ordini potessero qualificarsi come soggetti passivi del delitto di esercizio abusivo della professione ma negava, altresì, che potessero costituirsi parte civile come soggetti danneggiati. Più di recente, sembra essersi affermato l'orientamento secondo cui gli ordini sono legittimati a costituirsi parte civile a tutela dell'interesse di natura patrimoniale al rispetto della leale concorrenza nell'ambito della categoria rappresentata.
Ulteriore profilo di problematicità con riferimento all'esercizio abusivo della professione è quello dell'individuazione degli atti coperti dalla riserva e, cioè, se gli stessi siano solo quelli tipici o anche quelli strumentali all'esercizio professionale anche se atipici. Con qualche sporadico intervento infatti, la Suprema Corte aveva affermato che anche un esercizio continuativo di attività meramente strumentali all'esercizio professionale avrebbe potuto integrare il delitto in esame. La più recente e decisamente maggioritaria giurisprudenza propende, invece, per un'interpretazione restrittiva del precetto concludendo nel senso che solo l'esercizio abusivo di attività riservata tipica possa integrare i presupposti del delitto in esame e, in tale ipotesi, sarà sufficiente anche un unico atto d'esercizio abusivo della professione riservata.
La tecnica di formulazione della norma rinvia ad un'ulteriore fonte normativa per l'individuazione delle attività cui s'applica il precetto. In ogni caso, la sufficiente determinazione penalistica del precetto rende ammissibile l'integrazione da parte di fonti extralegislative e, sotto altro profilo, la modifica della norma extrapenale integratrice non esclude la rilevanza penale dei fatti commessi in precedenza.
Una diversa conclusione ha raggiunto la Suprema Corte in relazione alla modifica delle norme concernenti l'abilitazione all'esercizio della professione forense per i praticanti abilitati all'attività defensionale davanti alla pretura ante riforma e all'attività defensionale dinanzi al Tribunale in composizione monocratica successivamente. In tale caso, la Suprema Corte ha opinato che non costituisse più reato attività defensionale svolta dinanzi al tribunale prima della modifica abilitante a detta attività professionale.




Segnala su OK Notizie!Reddit!Del.icio.us! Facebook!
 
faccialibrodef.jpg



mod_vvisit_countervisite oggi1705
mod_vvisit_counterDal 12/06/0914725477

domiciliazioniprevprof.jpg

      SCAPPO IN BRASILE...
       www.ideabrasile.it

bannerprevprof.jpg

 

cerca ancora nel sito

Ricerca personalizzata

Cerca Professionisti