Il portale della previdenza dei professionisti

logo-old.png
jfw_prefett_500x64_small.gif
Home arrow Casse Professionali arrow i riscatti previdenziali in Inarcassa
i riscatti previdenziali in Inarcassa
Ai sensi dell'art. 1 del regolamento sulle ricongiunzioni e sui riscatti, gli iscritti ad Inarcassa possono riscattare: a) il periodo legale dei corsi di laurea d’ingegneria e di architettura; b) il periodo di servizio militare obbligatorio, di quello prestato in guerra, nonché i periodi di servizio equiparati, ivi compreso il servizio civile sostitutivo; c) i periodi di lavoro all'estero, di cui all'art. 7.3 dello Statuto, che non danno origine a pensione; d) i periodi per i quali sia stata esercitata la facoltà di deroga dal versamento della contribuzione soggettiva minima. Il riscatto può essere esercitato anche dai superstiti aventi diritto alla pensione indiretta. Il riscatto dei periodi di cui al presente comma può essere esercitato per intero o per periodi parziali, ad eccezione del riscatto di cui al punto d) che deve essere esercitato per intero con riferimento ad ogni singola annualità. 

Ai sensi del medesimo art. 1 "Il periodo ammesso a riscatto non deve risultare concomitante con periodi di rapporto di lavoro subordinato o con periodi impegnati in altre attività coperte da forme di previdenza obbligatoria. L'effetto dei riscatti è quello dell'aumento di anzianità di iscrizione e contribuzione in misura pari al numero degli anni riscattati ed alle eventuali frazioni. L'onere del riscatto può essere pagato in unica soluzione o in rate semestrali di durata pari a quella del periodo oggetto di riscatto.

Il periodo della laurea e quello del servizio militare possono essere riscattati anche solo in parte; sono ammessi a riscatto anche i periodi eccedenti la durata del corso di laurea entro il limite della durata del corso medesimo.

L'onere di riscatto, per i periodi sino al 31.12.2012 è pari a quello della riserva matematica, ossia al valore attuale della maggiore quota di pensione che si ottiene mediante il cumulo degli anni riscattati. Per i periodi successivi al 31.12.2012 (i quali incidono sulla quota contributiva della pensione), invece, l'onere è dato dal prodotto del reddito professionale netto dell’anno precedente la domanda per l’aliquota del contributo soggettivo dello stesso anno. 





Segnala su OK Notizie!Reddit!Del.icio.us! Facebook!
 


PER EVENTUALE ASSISTENZA LEGALE E' POSSIBILE CONTATTARE IL CURATORE DEL PORTALE PREVIDENZA PROFESSIONISTI AI RECAPITI INDICATI IN
 

faccialibrodef.jpg



domiciliazioniprevprof.jpg

      SCAPPO IN BRASILE...
       www.ideabrasile.it

bannerprevprof.jpg

 

cerca ancora nel sito

Ricerca personalizzata

Cerca Professionisti