Il portale della previdenza dei professionisti

logo-old.png
jfw_prefett_500x64_small.gif
Home arrow Ricerca Giuridica arrow La documentazione per il mutuo
La documentazione per il mutuo
 

La documentazione richiesta per ottenere un mutuo bancario, da presentare in copia conforme all’originale, si può suddividere in documentazione di carattere generale, sempre necessaria, e documentazione connessa a specifiche casistiche, come ad esempio l'essere cittadino extracomunitario, l'appartenenza ad un Albo professionale, lo stato civile separato o divorziato etc. etc..
La documentazione di carattere generale, sempre richiesta, per l'ottenimento di un mutuo è la seguente:
1. documento di identità;
2. codice fiscale;
3. certificato di residenza (nell’ipotesi di omonimi protestati la banca ha la facoltà di richiedere lo storico di residenza al fine di accertare l’identità del richiedente);
4. stato di famiglia;
5. certificato di Stato Libero, per accertare l'insussistenza di vincolo coniugali;
6. dichiarazione fiscale (Modello CUD, UNICO, 730).
Per i lavoratori dipendenti, oltre alla documentazione di carattere generale sopra indicata, è necessario produrre le ultime buste paga e l'attestato di servizio da cui si evinca che l'assunzione sia tempo indeterminato.
Per i lavoratori autonomi, oltre alla documentazione di carattere generale sopra indicata, è necessario produrre copia degli ultimi bilanci per verificare il trend economico dell'attività, nonchè il certificato di iscrizione alla Camera di Commercio.
Per i liberi professionisti, oltre alla documentazione di carattere generale sopra indicata, è necessario produrre certificato di iscrizione all'Albo Professionale.
Per i cittadini extracomunitari, oltre alla documentazione di carattere generale sopra indicata, è necessario produrre il Permesso di soggiorno.
Per i soggetti coniugati, oltre alla documentazione di carattere generale sopra indicata, è necessario produrre l'Atto di Matrimonio per accertare se hanno optato per il regime della comunione o separazione dei beni.
Per i soggetti separati o divorziati, oltre alla documentazione di carattere generale sopra indicata, è necessario produrre la sentenza di separazione o di divorzio, sia per verificare l'inesistenza del precedente vincolo patrimoniale nell'ipotesi in cui vi fosse in precedenza il regime di comunione dei beni con il consorte che per quantificare l'eventuale ammontare del mantenimento a carico del mutuatario in quanto ciò incide sul reddito destinato al rimborso del piano di ammortamento.
Il richiedente del mutuo dovrà, inoltre, esibire alla banca, oltre alla Planimetria catastale dell'immobile, anche l'atto d'acquisto dell'immobile da parte del venditore che potrà consistere in un:

  • atto di divisione;

  • atto di donazione;

  • decreto di trasferimento;

  • atto di successione.

Sarà, infine, necessario allegare il preliminare della compravendita/Rogito notarile con planimetria catastale , i permessi rilasciati dal Comune nel caso in cui il finanziamento sia destinato a lavori edili; oltre, naturalmente, alla perizia dell’immobile da parte di un tecnico abilitato che certificherà il valore dell’immobile e l’inesistenza di abusi edilizi ed alla relazione da parte del notaio circa l’intestazione e definizione dell’immobile, lo stato ipotecario e l’insussistenza di vincoli.





Segnala su OK Notizie!Reddit!Del.icio.us! Facebook!
 
faccialibrodef.jpg



mod_vvisit_countervisite oggi3235
mod_vvisit_counterDal 12/06/0914908593

domiciliazioniprevprof.jpg

      SCAPPO IN BRASILE...
       www.ideabrasile.it

bannerprevprof.jpg

 

cerca ancora nel sito

Ricerca personalizzata

Cerca Professionisti