Il portale della previdenza dei professionisti

logo-old.png
jfw_prefett_500x64_small.gif
Home arrow Ricerca Giuridica arrow il quadro giuridico relativo al patto di famiglia
il quadro giuridico relativo al patto di famiglia
Il “patto di famiglia” è, il contratto con cui l'imprenditore trasferisce, in tutto o in parte, l'azienda, e il titolare di partecipazioni societarie trasferisce, in tutto o in parte, le proprie quote, ad uno o più discendenti, (art. 768 bis c.c.).

La ratio del patto di famiglia è quella di dare certezza alla successione dell’impresa anticipando taluni effetti di questa e garantendo nel contempo i diritti dei legittimari.

Al patto di famiglia, infatti, devono partecipare anche il coniuge e tutti coloro che sarebbero legittimari ove in quel momento si aprisse la successione nel patrimonio dell'imprenditore.

Si discute se la mancata partecipazione di alcuno dei legittimari determini la nullità del patto di famiglia o solo la sua inefficacia (prevale la tesi della nullità sul rilievo della necessità della partecipazione). Eventuali legittimari succssivi potranno chiedere ai beneficiari il pagamento di una somma pari alla quota di legittima ai medesimi spettante aumentata degli interessi legali.

Gli assegnatari dell'azienda o delle partecipazioni societarie devono liquidare gli altri partecipanti al contratto, ove questi non vi rinunzino in tutto o in parte, con il pagamento di una somma corrispondente al valore delle quote previste dagli articoli 536 e seguenti; i contraenti possono convenire che la liquidazione, in tutto o in parte, avvenga in natura.

I beni assegnati con lo stesso contratto agli altri partecipanti non assegnatari dell'azienda, secondo il valore attribuito in contratto, sono imputati alle quote di legittima loro spettanti.

Il patto di famiglia può essere impugnato, entro un anno dalla sua stipula, per vizio del consenso.

Il patto di famiglia è un contratto essenzialmente gratuito che necessita la forma dell’atto pubblico; può essere sciolto mediante successivo contratto che rivesta la medesima forma e con la partecipazione di tutti i soggetti che abbiano stipulato il patto.
 
 
 
 

Articolo del Dott. Giuseppe Buffone su Altalex sul patto di famiglia, evidenzia i profili problematici dell’istituto, la sua logica e le posizioni degli assegnatari e dei partecipanti non assegnatari.

 

Articolo del Notatio Maria Claudia Andrini

 

 Consiglio Nazionale Notariato

Quadro sintetico relativo alla disciplina del patto di famiglia sul sito del Consiglio Nazionale del Notariato

 

Avv Gianluca Cascella

Brevi osservazioni sul patto di famiglia, su Overlex





Segnala su OK Notizie!Reddit!Del.icio.us! Facebook!
 
faccialibrodef.jpg



mod_vvisit_countervisite oggi319
mod_vvisit_counterDal 12/06/0914732037

domiciliazioniprevprof.jpg

      SCAPPO IN BRASILE...
       www.ideabrasile.it

bannerprevprof.jpg

 

cerca ancora nel sito

Ricerca personalizzata

Cerca Professionisti