Il portale della previdenza dei professionisti

logo-old.png
jfw_prefett_500x64_small.gif
Home arrow Ricerca Giuridica arrow la riunione e la separazione dei processi penali
la riunione e la separazione dei processi penali

Argomenti correlati

la competenza dei giudici penali


il conflitto di competenza


giurisdizione penale e difetto di giurisdizione

ARTICOLO  17

Riunione di processi.

1. La riunione di processi pendenti nello stesso stato e grado davanti al medesimo giudice può essere disposta [6103; 2 att.] quando non determini un ritardo nella definizione degli stessi (1):

a) nei casi previsti dall'articolo 12;

b) (2);

c) nei casi previsti dall'articolo 371, comma 2, lettera b)

“b) se si tratta di reati dei quali gli uni sono stati commessi in occasione degli altri, o per conseguirne o assicurarne al colpevole o ad altri il profitto, il prezzo, il prodotto o l'impunità, o che sono stati commessi da più persone in danno reciproco le une delle altre, ovvero se la prova di un reato o di una sua circostanza influisce sulla prova di un altro reato o di un'altra circostanza”(3).

1-bis. Se alcuni dei processi pendono davanti al tribunale collegiale ed altri davanti al tribunale monocratico, la riunione è disposta davanti al tribunale in composizione collegiale. Tale composizione resta ferma anche nel caso di successiva separazione dei processi (4) (5).

(1) Alinea così sostituito dall'art. 12l. 1° marzo 2001, n. 63.

(2) Lettera soppressa dall'art. 1 d.l. 20 novembre 1991, n. 367, conv., con modif., nella l. 20 gennaio 1992, n. 8. Il testo recitava: «b) nei casi di reato continuato». V., al riguardo, sub art. 12.

(3) Lettera così sostituita alle originarie lett. c) e d) dall'art. 1 3 l. n. 63, cit. Il testo delle due lettere recitava: «c) nei casi di reati commessi da più persone in danno reciproco le une delle altre; d) nei casi in cui la prova di un reato o di una circostanza di esso influisce sulla prova di un altro reato o di una sua circostanza».

(4) Comma aggiunto dall'art. 168 d.lgs. 19 febbraio 1998, n. 51.

(5) Per il procedimento davanti al giudice di pace, v. art. 9 d.lgs. 28 agosto 2000, n. 274 e art. 1 d.m. 6 aprile 2001, n. 204 (G.U. 31 maggio 2001, n. 125).

 

ARTICOLO  18

Separazione di processi.

1. La separazione di processi è disposta [304 5, 610 3], salvo che il giudice ritenga la riunione assolutamente necessaria per l'accertamento dei fatti (1):

a) se, nell'udienza preliminare [416 s.], nei confronti di uno o più imputati o per una o più imputazioni è possibile pervenire prontamente alla decisione, mentre nei confronti di altri imputati o per altre imputazioni è necessario acquisire ulteriori informazioni a norma dell'articolo 422;

b) se nei confronti di uno o più imputati o per una o più imputazioni è stata ordinata la sospensione del procedimento [3, 41, 47, 71, 344, 479; 28 min.];

c) se uno o più imputati non sono comparsi al dibattimento per nullità dell'atto di citazione o della sua notificazione [178, 179, 420-quater], per legittimo impedimento [420-ter, 420-quater] o per mancata conoscenza incolpevole dell'atto di citazione [420-bis, 420-quater6];

d) se uno o più difensori di imputati non sono comparsi al dibattimento per mancato avviso [178, 179] ovvero per legittimo impedimento [420-ter];

e) se nei confronti di uno o più imputati o per una o più imputazioni l'istruzione dibattimentale [496-515] risulta conclusa, mentre nei confronti di altri imputati o per altre imputazioni è necessario il compimento di ulteriori atti che non consentono di pervenire prontamente alla decisione;

e-bis) se uno o più imputati dei reati previsti dall'articolo 407, comma 2, lettera a), è prossimo ad essere rimesso in libertà per scadenza dei termini per la mancanza di altri titoli di detenzione (2).

2. Fuori dei casi previsti dal comma 1, la separazione può essere altresì disposta, sull'accordo delle parti, qualora il giudice la ritenga utile ai fini della speditezza del processo (3).

(1) Vedi Corte cost. 10 giugno 1992, n. 266.

(2) Lettera aggiunta, in sede di conversione, dall'art. 11d.l. 24 novembre 2000, n. 341, conv., con modif., in l. 19 gennaio 2001, n. 4.

(3) Il comma era stato modificato dall'art. 1 2 d.l. n. 341, cit., disposizione soppressa in sede di conversione del decreto-legge.

ARTICOLO  19

Provvedimenti sulla riunione e separazione.

1. La riunione e la separazione di processi sono disposte con ordinanza, anche di ufficio, sentite le parti.





Segnala su OK Notizie!Reddit!Del.icio.us! Facebook!
 
faccialibrodef.jpg



mod_vvisit_countervisite oggi1984
mod_vvisit_counterDal 12/06/0914910755

domiciliazioniprevprof.jpg

      SCAPPO IN BRASILE...
       www.ideabrasile.it

bannerprevprof.jpg

 

cerca ancora nel sito

Ricerca personalizzata

Cerca Professionisti