Il portale della previdenza dei professionisti

logo-old.png
jfw_prefett_500x64_small.gif
Home arrow Ricerca Giuridica arrow le ispezioni e le perquisizioni nel processo penale
le ispezioni e le perquisizioni nel processo penale

I mezzi di ricerca della prova nel processo penale, perquisizioni e ispezioni, i presupposti e le norme che ne disciplinano l'esecuzione nel codice di procedura

 

Argomenti correlati

la testimonianza


l'esame delle parti private


ricognizioni confronti ed esperimenti giudiziali


la perizia


la prova documentale


ispezioni e perquisizioni


il sequestro


le intercettazioni

 

Le ispezioni e le perquisizioni sono tipici mezzi di ricerca della prova e si collocano usualmente nella fase prodromica all'aperura del processo penale e, cioè, durante la fase delle indagini preliminari.

Non essendo destinati a formare la prova ma ad assicurare al processo fonti di prova, i risultati delle ispezioni e delle perquisizioni sono utilizzabili in dibattimento.

Sotto il profilo generale delle tutele dell'imputato (o dell'indagato), questi ha il diritto di essere assistito da un difensore di fiducia durante l'esecuzione dell'atto di ispezione o dell'atto di perquisizione ma non quello di essere preavvisato trattandosi di atto a sorpresa.

ISPEZIONI - DECRETO PM DELEGA ALLA PG ACCERTAMENTI E RILIEVI DELLA PG IN CASO DI URGENZA

Articolo  244

Casi e forme delle ispezioni.

1. L'ispezione delle persone, dei luoghi [103] e delle cose è disposta con decreto motivato quando occorre accertare le tracce e gli altri effetti materiali del reato [354 2-3, 364].

2. Se il reato non ha lasciato tracce o effetti materiali, o se questi sono scomparsi o sono stati cancellati o dispersi, alterati o rimossi, l'autorità giudiziaria descrive lo stato attuale e, in quanto possibile, verifica quello preesistente, curando anche di individuare modo, tempo e cause delle eventuali modificazioni. L'autorità giudiziaria può disporre rilievi segnaletici, descrittivi e fotografici e ogni altra operazione tecnica [359], anche in relazione a sistemi informatici o telematici, adottando misure tecniche dirette ad assicurare la conservazione dei dati originali e ad impedirne l'alterazione (1).

(1)L'art. 8 l. 18 marzo 2008, n. 48, ha modificato il presente comma inserendo, in fine, le seguenti parole: «adottando misure tecniche dirette ad assicurare la conservazione dei dati originali e ad impedirne l'alterazione..

Articolo  245

Ispezione personale.

1. Prima di procedere all'ispezione personale [13 Cost.; 354 3] l'interessato è avvertito della facoltà di farsi assistere da persona di fiducia, purché questa sia prontamente reperibile e idonea a norma dell'articolo 120 [364].

2. L'ispezione è eseguita nel rispetto della dignità e, nei limiti del possibile, del pudore di chi vi è sottoposto [249; 79 att.].

3. L'ispezione può essere eseguita anche per mezzo di un medico [792 att.]. In questo caso l'autorità giudiziaria può astenersi dall'assistere alle operazioni.

Articolo  246

Ispezione di luoghi o di cose.

1. All'imputato [60, 61] e in ogni caso a chi abbia l'attuale disponibilità del luogo in cui è eseguita l'ispezione è consegnata, nell'atto di iniziare le operazioni e sempre che essi siano presenti, copia del decreto che dispone tale accertamento [103 3].

2. Nel procedere all'ispezione dei luoghi, l'autorità giudiziaria può ordinare, enunciando nel verbale [134 s., 373] i motivi del provvedimento, che taluno non si allontani prima che le operazioni siano concluse e può far ricondurre coattivamente sul posto il trasgressore [131, 378].

PERQUISIZIONI - DECRETO PM DELEGA PG PG AUTONOMAMENTE IN CASO DI FLAGRANZA O DI EVASIONE CONVALIDA NELLE 48HH

Articolo  247

Casi e forme delle perquisizioni.

1. Quando vi è fondato motivo di ritenere che taluno occulti sulla persona il corpo del reato o cose pertinenti al reato [253], è disposta perquisizione personale. Quando vi è fondato motivo di ritenere che tali cose si trovino in un determinato luogo [103] ovvero che in esso possa eseguirsi l'arresto dell'imputato [60, 61] o dell'evaso, è disposta perquisizione locale [352, 365].

1-bis. Quando vi è fondato motivo di ritenere che dati, informazioni, programmi informatici o tracce comunque pertinenti al reato si trovino in un sistema informatico o telematico, ancorché protetto da misure di sicurezza, ne è disposta la perquisizione, adottando misure tecniche dirette ad assicurare la conservazione dei dati originali e ad impedirne l'alterazione (1).

2. La perquisizione è disposta con decreto motivato.

3. L'autorità giudiziaria può procedere personalmente [103 4] ovvero disporre che l'atto sia compiuto da ufficiali di polizia giudiziaria delegati [370] con lo stesso decreto.

(1)Comma inserito dall'art. 8 l. 18 marzo 2008, n. 48.

Articolo  248

Richiesta di consegna.

1. Se attraverso la perquisizione si ricerca una cosa determinata [103], l'autorità giudiziaria può invitare a consegnarla. Se la cosa è presentata, non si procede alla perquisizione, salvo che si ritenga utile procedervi per la completezza delle indagini.

2. Per rintracciare le cose da sottoporre a sequestro [253] o per accertare altre circostanze utili ai fini delle indagini, l'autorità giudiziaria o gli ufficiali di polizia giudiziaria [57] da questa delegati [370] possono esaminare presso banche [255] atti, documenti e corrispondenza [15 Cost.] nonché dati, informazioni e programmi informatici. In caso di rifiuto, l'autorità giudiziaria procede a perquisizione (1).

(1)Comma così modificato dall'art. 8 l. 18 marzo 2008, n. 48.

Articolo  249

Perquisizioni personali.

1. Prima di procedere alla perquisizione personale [13 Cost.] è consegnata una copia del decreto all'interessato, con l'avviso della facoltà di farsi assistere da persona di fiducia, purché questa sia prontamente reperibile e idonea a norma dell'articolo 120 [356, 365].

2. La perquisizione è eseguita nel rispetto della dignità e, nei limiti del possibile, del pudore di chi vi è sottoposto [245; 79 att.].

Articolo  250

Perquisizioni locali.

1. Nell'atto di iniziare le operazioni [103], copia del decreto di perquisizione locale è consegnata all'imputato [60, 61], se presente, e a chi abbia l'attuale disponibilità del luogo, con l'avviso della facoltà di farsi rappresentare o assistere da persona di fiducia, purché questa sia prontamente reperibile e idonea a norma dell'articolo 120 [356, 365].

2. Se mancano le persone indicate nel comma 1, la copia è consegnata e l'avviso è rivolto a un congiunto, un coabitante o un collaboratore ovvero, in mancanza, al portiere o a chi ne fa le veci [802 att.].

3. L'autorità giudiziaria, nel procedere alla perquisizione locale, può disporre con decreto motivato che siano perquisite le persone presenti o sopraggiunte, quando ritiene che le stesse possano occultare il corpo del reato o cose pertinenti al reato [247]. Può inoltre ordinare, enunciando nel verbale [134] i motivi del provvedimento, che taluno non si allontani prima che le operazioni siano concluse. Il trasgressore è trattenuto o ricondotto coattivamente sul posto [131, 378].

Articolo  251

Perquisizioni nel domicilio. Limiti temporali.

1. La perquisizione in un'abitazione [14 Cost.] o nei luoghi chiusi adiacenti a essa non può essere iniziata prima delle ore sette e dopo le ore venti [352 3].

2. Tuttavia nei casi urgenti l'autorità giudiziaria può disporre per iscritto che la perquisizione sia eseguita fuori dei suddetti limiti temporali.





Segnala su OK Notizie!Reddit!Del.icio.us! Facebook!
 
faccialibrodef.jpg



mod_vvisit_countervisite oggi4087
mod_vvisit_counterDal 12/06/0914731559

domiciliazioniprevprof.jpg

      SCAPPO IN BRASILE...
       www.ideabrasile.it

bannerprevprof.jpg

 

cerca ancora nel sito

Ricerca personalizzata

Cerca Professionisti