Il portale della previdenza dei professionisti

logo-old.png
jfw_prefett_500x64_small.gif
Home arrow Ricerca Giuridica arrow Minimale e massimale contributivo
Minimale e massimale contributivo
Il minimale ed il massimale contributivo, funzione degli istituti e importi del minimale e del massimale contributivo presso l'INPS
 
Il minimale ed il massimale contributivo indicano rispettivamente il minimo importo retributivo necessario per la copertura previdenziale del periodo assicurativo  ed il massimo importo della retribuzione assoggettabile a contribuzione.
 
Minimale e massimale contributivo assolvono dunque a funzioni distinte in quanto mentre il minimale della contribuzione indica il limite al di sotto del quale la copertura previdenziale non può operare integralmente, il massimale della contribuzione indica il limite della retribuzione oltre il quale, pur operando la copertura previdenziale del periodo, non è più previsto l'assoggettamento a contribuzione con conseguente incidenza solo sul quantum del trattamento pensionistico e non già sull'an.
 
Per quel che riguarda il minimale contributivo, per considerare pienamente coperto il periodo, è necessario che ogni settimana la retribuzione sia non inferiore al 40% dell'importo del trattamento minimo mensile (minimale di retribuzione settimanale per l'accredito dei contributi).
 
Il limite annuale per l'accredito dei contributi è pari ad Euro 9.994,92 determinato moltiplicando il minimale settimanale (192,21 euro) per il numero di settimane nell'anno solare in corso (52 settimane). Se la retribuzione di riferimento risulta al di sotto di tale soglia, occorre riproporzionare il numero di settimane utili e considerare accreditato un numero di settimane inferiore alle 52.

Per i lavoratori privi di anzianità contributiva alla data del 31.12.1995 che si sono iscritti in una forma di previdenza obbligatoria dall'1.1.1995, nonchè per coloro che, con anzianità pregressa a tale data ma che optano per la liquidazione della pensione con il sistema contributivo, è previsto un massimale annuo della base contributiva e pensionabile.
 
Per il 2012 il massimale è pari a euro 96.149. I contributi oltre tale soglia di retribuzione non debbono essere versati e la retribuzione eccedente non viene considerata a fini di computo della pensione.




Segnala su OK Notizie!Reddit!Del.icio.us! Facebook!
 
faccialibrodef.jpg



mod_vvisit_countervisite oggi1991
mod_vvisit_counterDal 12/06/0914910762

domiciliazioniprevprof.jpg

      SCAPPO IN BRASILE...
       www.ideabrasile.it

bannerprevprof.jpg

 

cerca ancora nel sito

Ricerca personalizzata

Cerca Professionisti