Il portale della previdenza dei professionisti

logo-old.png
jfw_prefett_500x64_small.gif
Home arrow Ricerca Giuridica arrow I requisiti e la patologia del provvedimento amministrativo
I requisiti e la patologia del provvedimento amministrativo

Il provvedimento amministrativo, a seguito delle modifiche apportate dalle Leggi nn 15 e 80 del 2005 alla L n. 241 del 1990, ha oggi una disciplina generale inerente i suoi requisiti strutturali e le conseguenze della loro assenza (cfr l'art 21, speties), i requisiti di efficacia, di validità e la patologia ed ha trovato una positiva disciplina di taluni istituti che avevano conosciuto cospicui dibattiti dottrinali come l'esecutorietà e l'autotutela.
Il provvedimento amministrativo è, tuttavia, ancora sprovvisto di una sua definizione normativa; i suoi requisiti essenziali sono:
l'unilateralità, essendo emanato dalla PA, senza la necessità del consenso del destinatario degli effetti;
la tipicità e nominatività, stante la necessità che ciascun provvedimento amministrativo sia contemplato e disciplinato dalla legge;
l'imperatività e, cioè, l'idoneità del provvedimento ad incidere sulle posizioni soggettive dei destinatari con effetti costitutivi, modificativi ed estintivi, l'imperatività del provvedimento amministrativo non implica nè l'esecutorietà dello stesso nè involge la possibilità per la PA di incidere sul provvedimento amministrativo in via di autotutela L'esecutorietà, infatti, deve essere espressamente prevista ex art 21 ter della L. n. 241 del 1990 e l'autotutela ha oggi una disciplina generale inerente i presupposti giustificativi contenuta negli artt. 21 quinquies e 21 nonies della L. n. 241 del 1990;
l'esecutività e, cioè, l'attitudine dei provvedimenti efficaci ad essere eseguiti immediatamente dalla PA salve motivate ragioni per la sospensione degli effetti (cfr. l'art. 21 quater);
l'inoppugnabilità e, cioè, l'attitudine a produrre effetti anche in caso d'invalidità in difetto di impugnativa nel termine decadenziale di sessanta giorni.

la motivazione del provvedimento amministrativo

L'obbligo di motivazione del provvedimento amministrativo, l'omessa o insufficiente motivazione, la violazione di legge e l'eccesso di potere, l'integrazione della motivazione del provvedimento amministrativo

L'esecutorietà del provvedimento amministrativo

L'esecuzione coattiva del provvedimento amministrativo, la disciplina dell'art. 21 ter della L n 241 del 1990

I requisiti di efficacia del provvedimento amministrativo

I requisiti di esecutività e di obbligatorietà del provvedimento amministrativo

I vizi del provvedimento amministrativo

l'invalidità testuale, virtuale e strutturale del provvedimento amministrativo

La nullità e l'annullamento del provvedimento amministrativo

I rimedi contro l'invalidità del provvedimento amministrativo, la nullità e l'annullamento del provvedimento amministrativo alla luce delle modifiche del 2005 alla L n 241 del 1990

I provvedimenti amministrativi di secondo grado

I provvedimenti amministrativi di secondo grado e l'esercizio del potere di autotutela





Segnala su OK Notizie!Reddit!Del.icio.us! Facebook!
 
faccialibrodef.jpg



mod_vvisit_countervisite oggi537
mod_vvisit_counterDal 12/06/0914925163

domiciliazioniprevprof.jpg

      SCAPPO IN BRASILE...
       www.ideabrasile.it

bannerprevprof.jpg

 

cerca ancora nel sito

Ricerca personalizzata

Cerca Professionisti